Allenata Tutto il Corpo con i 4 Migliori Kettlebell

Sei stanca dei soliti esercizi? Non hai tempo per la palestra?

I migliori kettlebel ti aiuteranno a mantenerti in piena forma senza muoverti da casa.

Dietro questo nome un po’ inusuale, si cela uno strumento ginnico molto semplice, efficace e che non mancherà di appassionarti.

Magari ti è anche capitato di vederlo in giro, con i suoi colori variopinti e accattivanti. ll kettlebell non è altro che una sfera metallica, spesso colorata, dotata di maniglia. In commercio ve ne sono di molteplici pezzature, con un peso che parte dai 4 kg (per chi inizia la pratica) per arrivare a superare i 20 kg (per chi è super-allenata).

Qual è il miglior kettlebell?

Il kettlebell ha un prezzo abbordabile, alla portata di tutti.  Senza contare che ti consente di allenarti a casa o nel parco, senza dover andare in palestra e senza bisogno di un allenatore.

Tutti possono trarne vantaggio, indipendentemente dalla propria preparazione fisica e dall’allenamento. Dai, non aspettare: leggi qui le recensioni dei migliori kettlebell che puoi trovare in commercio.

1. C.P. Sports softkett Kettlebell

Il migliore per: struttura soft con peso regolabile

Ha un morbido rivestimento, che lo differenzia nettamente dai classici kettlebell: protegge il pavimento durante l’allenamento e non rischia di provocare lividi ai polsi con il contatto diretto.

Nella struttura può essere inserito il peso desiderato, personalizzando così l’attrezzo in base al proprio training. Si compone di quattro pesi, due da 2,5 kg e due da 1,5 kg.

2. Kettlebell Red Rubber Gorilla Sport

Il migliore per: atleti già allenati

Con il suo peso di 16 kg, si rivela indicato per coloro che hanno già maturato una buona esperienza nell’utilizzo di questo genere di strumento. Particolarmente robusto, è realizzato in ghisa.

Il suo rivestito in gomma di colore rosso consente di appoggiarlo senza alcun rumore e senza rischiare di danneggiare il pavimento, anche quello in legno.

L’impugnatura di dimensioni generose si presta all’impiego sia con una mano che con entrambe.

3. BodyRip Kettlebell

Il migliore per: rivestimento in vinile

Ideale per chi è in fase di apprendimento delle tecniche di base, questo modello da 4 kg fa parte di una serie completa di eleganti kettlebell integralmente rivestiti in vinile, di colore grigio.

Grazie a questo materiale, è possibile utilizzarli anche in modo intensivo senza il rischio di danneggiare gli oggetti che si trovano tutti intorno o il pavimento.

Ciascuno di questi strumenti  ha una struttura compatta e poco ingombrante, ideale per allenarsi a casa.

4. Gorilla Sports Kettlebell

Il migliore per: comoda impugnatura

Realizzato con materiali plastici accuratamente selezionati, ha una comoda impugnatura che consente di eseguire ogni esercizio con sicurezza.  Le grandi dimensioni della maniglia si rivela ideale per la pratica con entrambe le mani.

Viene proposto in un’ampia scelta di taglie, da 4 chilogrammi fino a 20 chilogrammi.

Quando nasce il kettlebell?

Le origini del kettlebel si perdonomigliore-kettlebell-donna nella notte dei tempi. Sappiamo che lo usavano già gli antichi Greci per prepararsi alle olimpiadi. A quell’epoca non erano di metallo: si trattava infatti di vasi riempiti di terra o di acqua.

Per arrivare alla sua foggia attuale bisogna fare un lungo salto attraverso i secoli. Nel Settecento lo si trova in Russia dove, con il nome di “ghiri”, viene utilizzato come contrappeso delle bilance. Pare che i mercanti, oltre a impiegarlo per scopi professionali, facevano a gara per vedere chi riusciva a sollevarlo il maggior numero di volte sopra la testa.

I benefici del kettlebell non sfuggono all’esercito sovietico, che lo introduce come attrezzo privilegiato di allenamento dei soldati. Negli anni Sessanta diviene una vera e propria disciplina sportiva e, dopo la caduta dell’Unione Sovietica, nasce la “Federazione Internazionale Gyra sport” (IGSF). Oggi vi fanno parte quasi una ventina di Paesi, inclusa l’Italia.

Il kettlebel viene anche utilizzato durante gli allenamenti di numerose discipline sportive, come il pugilato, il rugby e il wrestling, oltre che da molteplici corpi militari in tutto il mondo.

Il kettlebell è faticoso?

Non te lo nascondiamo: l’allenamento con il kettlebellmiglior-Kettlebell-per-uomo è piuttosto faticoso. Però, con la costanza e i movimenti giusti, potrai ottenere dei risultati a dir poco strabilianti.

L’allenamento costante e progressivo con i kettlebell apporta un incremento di prestazioni in termini di forza (senza aumentare la massa muscolare), resistenza, reattività neuromuscolare, funzionalità motoria, insieme al miglioramento della capacità cardiovascolare.

Permette di sviluppare il fisico stimolando le cosce, la schiena e il petto e, a differenza della pratica con i pesi, non arreca stress a livello muscolo-scheletrico.

È lo strumento giusto per ottenere un fisico asciutto e tonico. Non dimenticare che l’aumento di massa magra stimola il metabolismo a riposo, facendo bruciare al tuo fisico più calorie e, quindi, ti aiuta a dimagrire.

Gli esercizi che possono essere effettuati con questo strumento sono molteplici. Il lavoro coinvolge tutti i muscoli del corpo, con movimenti semplici: la difficoltà sta nel mantenere per tutto il tempo necessario il giusto controllo, la totale coordinazione e la massima concentrazione.

Qual è il peso gusto del kettlebell?

Puoi partire con un peso miglior-allenamento-kettlebellindicativo di 8/12 kg. Continua ad allenarti così fino a quando non avrai acquisito la tecnica corretta e la necessaria sicurezza che ti consentono di andare più in là. Ricordati che non c’è alcun pericolo a sollevare un notevole peso con le braccia se ogni movimento viene eseguito nel modo giusto.

Abbiamo parlato di esercito, soldati, di sport “da uomini”… Ebbene sì, non sono solo le donne a trarre beneficio da una pratica costante con il kettlebell.

Gli uomini che si accostano a questo tipo di allenamento, soprattutto se sono soliti utilizzare pesi, manubri e bilancieri, vorrebbero puntare subito a quello più pesante.

Attenzione, però, a non esagerare. Non dimentichiamo che la pratica con il kettlebell è di gran lunga più faticosa e richiede di effettuare i movimenti corretti. Meglio partire con il peso giusto, indicativamente quello da 16 kg, per poi incrementare una volta che si avrà acquisito la completa padronanza dello strumento.

Allenamento con il kettlebell?

Prima di iniziare, devi liberarecomprare-kettlebell la mente da ogni preconcetto. Allenarsi con il kettlebell non ha niente a che vedere con quanto sei solita praticare con i consueti attrezzi fitness. Il corpo viene infatti sottoposto a una sollecitazione mai provata prima.

È fondamentale compiere ogni movimento in modo preciso, con forza ma senza mai perdere per un istante il controllo. Un consiglio: anche se hai un certo allenamento, inizia con il peso più leggero. Sarai così sicura di acquisire in poco tempo la tecnica giusta.

Puoi utilizzare i kettlebell in vari modi: uno per ogni braccio, uno tenuto con tutte e due le mani, uno che viene passato da una mano all’altra. Una pratica, quest’ultima, che contribuisce notevolmente a migliorare il coordinamento.

Vuoi apprendere la tecnica corretta? Non devi far altro che leggere uno dei numerosi libri dedicati al kettlebell