I 6 Migliori Droni per Tutte le Tasche

Sono una delle evoluzioni tecnologiche destinate a trasformare la nostra vita quotidiana, per farci vedere il mondo da un altro punto di vista. Senza abusare – si spera – della nostra privacy. 

Stiamo parlando del miglior drone, un apparecchio che ha conquistato in breve tempo gli appassionati di innovazioni hi-tech di tutto il mondo.

Qual è il miglior drone?

Ciò che spesso frena nell’acquisto di queste apparecchiature è il prezzo. Se infatti è vero che sul mercato è possibile anche trovare un buon drone economico, sappiamo bene che più aumentano le caratteristiche e il livello tecnologico dell’apparecchio, più incrementa il suo costo.

 Per fortuna, con la vendita online è possibile trovare ogni tipo di dispositivo al prezzo più basso: per riprendere il mondo senza volare e senza spendere un patrimonio. 

In questa guida indichiamo alcuni degli apparecchi più richiesti nel web, per consentire a tutti di trovare con facilità la soluzione più consona alle proprie esigenze tecnologiche e… di budget!

1. Drone con telecamera DJI Phantom 3 Standard

Il migliore per: telecamera totalmente orientabile

La sua video-fotocamera è orientabile in modo completo, fino a posizione parallela al terreno per immagini in “stile satellite”. Monta una fotocamera da 12 MP, mentre la videocamera ha una risoluzione da 2,7 K HD.

L’autonomia di volo è di 25 minuti grazie alla batteria Intelligent Flight da 4480 mAh. Il sistema di pilotaggio è molto preciso.

Ha una dimensione di 29×29 centimetri e un’altezza di 18 centimetri. In dotazione sono compresi anche il telecomando e il dispositivo per la messa in carica.

2. Drone professionale Eachine 

Il migliore per: compattezza 

No products found.

La nuova tecnologia di controllo del percorso lo rende molto facile da usare liberamente; è possibile pre-pianificare i percorsi sullo schermo. Per riportare il drone al punto di partenza, è sufficiente premere il tasto sul telecomando.

Sviluppato con un design perfettamente portatile e sicuro, è dotato di telecamera  ad alta risoluzione e definizione.

3. Drone Parrot Bebop PF722001

Il migliore per: robustezza e leggerezza

È un apparecchio leggero e al tempo stesso robusto, grazie alla sua scocca in ABS rinforzata con fibra di vetro. In caso di urto, il sistema provoca un arresto automatico delle eliche e, nelle situazioni di emergenza, la modalità “Emergency” consente di effettuare un atterraggio immediato.

La carena in PPE inclusa nella confezione garantisce la sicurezza dei voli al chiuso. È dotato di una fotocamera da 14 megapixel con un obiettivo fisheye, per realizzare foto a 180°; il dispositivo realizza anche video di elevate qualità. Resiste a spruzzi e polvere.

4. Drone con telecamera Parrot AR.Drone 2.0 Power Edition

Il migliore per: stile mimetico

Facile da comandare via Wi-Fi utilizzando uno smartphone o un tablet, la nuova collezione è composta da 3 versioni in stile mimetico: Sand, Snow e Jungle. Le nuove livree si ispirano rispettivamente ai panorami del deserto, dell’artico e della foresta pluviale.

Ogni prodotto viene fornito imballato in uno speciale cartone stampato contenente una carena da interno e una da esterno, un paio di eliche nere e un paio di eliche personalizzate, che completano lo schema cromatico. La confezione comprende inoltre una batteria ai polimeri di litio da 1000 mAh, che assicura un’autonomia di volo fino a 12 minuti, oltre ad un comodo caricabatteria con adattatori internazionali.

5. Drone con telecamera Potensic

Il migliore per: funzione di mantenimento altitudine

La funzione di mantenimento altitudine può favorire il passaggio del drone a diverse altezze. Questo  permette di godere maggiormente la vista sullo schermo, senza la necessità di controllare continuamente l’apparecchio

È possibile utilizzare lo smartphone per ricevere l’immagine della telecamera tramite wifi, oltre a registrare un video.

6. Drone DJI Mavic Air 

Il migliore per: rapporto qualità e prezzo

È un drone ultra portatile e da chiuso è grande come un iPhone. Ma nonostante le  sue dimensioni non c’è limite a quello che può fare. L’esclusivo radiocomando ha un design ergonomico, compatto e pieghevole che accoglie comodamente il tuo iPhone. E per facilitare il trasporto, gli stick di controllo si possono togliere e riporre all’interno del radiocomando.

Consente di effettuare fino a 21 minuti di volo e ha un raggio di trasmissione fino a 4 km con il radiocomando.

Opinioni sul drone?

È interessante notare come questi apparecchi prendano spesso in prestito caratteristiche dal mondo degli insetti, dal loro scheletro al funzionamento delle eliche, per essere leggeri e sfruttare al meglio i cicli dell’aria.

Sul drone può essere montata una videocamera per effettuare delle riprese aeree o per scattare foto, sia a scopo professionale (come ad esempio nel cinema o nella realizzazione della cartografia dall’alto) sia amatoriale.

Utilizzo del drone?

Le aziende specializzate nella vendita di droni hanno da tempo intuito le potenzialità di business legate a questi avveniristici dispositivi e ne propongono continuamente nuove versioni e aggiornamenti. Ormai li si vede un po’ ovunque e le loro riprese hanno letteralmente invaso il web.

 Comunemente chiamato anche quadricottero, il drone con telecamera trova oggi larga applicazione in molte delle attività civili, dal controllo del territorio al monitoraggio del crimine, dall’analisi dei terreni alla ricerca di dispersi dopo una calamità naturale.

Perché il drone piace così tanto?

Il drone con videocamera è un velivolo radiocomandato con pilota remoto che viene utilizzato per le riprese video aeree e per iniziative virali, sulla scia di alcune campagne promozionali come nel caso di Amazon Prime Air.

Il successo dei droni va ricercato in due aspetti vincenti. Da una parte, l’istinto al volo che da sempre anima il genere umano e la voglia di esplorare dall’alto; dall’altra, la componente tecnologica che affascina un’ampissima fascia di consumatori.

Tutti sono attratti dalla possibilità di effettuare una ripresa video dall’alto, utilizzando magari il tablet come strumento di controllo.

Tipi di drone?

I droni attualmente in commercio si possono raggruppare in tre grandi famiglie:

  • i droni con una o più eliche, solitamente montate su bracci estraibili. Si comportano come un elicottero. Possono mantenere ferma la posizione a mezz’aria, effettuare virate repentine, volare in direzione obliqua.
  • i droni con struttura planare sono più simili agli aeroplani. Al posto delle eliche hanno grandi ali che consentono di coprire le medie distanze, perché possono sfruttare correnti e flussi d’aria.
  • i droni di tipo ibrido, pensati non solo per volare, ma anche per muoversi sul terreno grazie alla presenza di due o quattro ruote motrici. Allo stesso modo, esistono droni capaci di effettuare piccoli salti, così da superare agilmente scale o altri ostacoli.

I droni e la legge?

L’Enac (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) ha stilato un documento per regolamentare l’uso privato degli apparecchi a pilotaggio remoto. Anche molti altri Paesi hanno introdotto delle norme sull’impiego dei droni, vietandone l’uso indiscriminato.

Tra le norme definite dall’Enac si ricorda l’impossibilità di far volare gli apparecchi oltre i 150 metri d’altezza (mantenendoli sempre a vista del pilota) e a più di 50 metri da persone e oggetti.

L’obiettivo comune è quello di non intralciare il traffico aereo e di non interferire con gli strumenti di posizionamento dell’aviazione, primi fra tutti i radar. Addirittura la polizia di Amsterdam è arrivata ad addestrare rapaci anti-droni per evitarne l’impiego a scopo terroristico.

È inoltre prevista l’introduzione di un registro, con relative certificazioni, per quei dispositivi di grandi dimensioni (oltre i 25 chili) che potrebbero costituire un pericolo per il normale traffico aereo.