I 5 Migliori Decespugliatori per la Manutenzione di Prati e Giardini

Il miglior decespugliatore è una macchina che, a seconda della sua potenza e configurazione, viene utilizzata per lo sfalcio di erba, sterpaglie, cespugli e giovani tronchi, nonché per la pulizia del sottobosco.

Con questo strumento si possono rifinire punti difficilmente accessibili ai normali tosaerba, come i contorni di alberi, vicino ai muretti e ai marciapiedi: proprio come un tagliabordi. È anche utile per porzioni di terreno dove la vegetazione è troppo fitta e folta per essere falciata con un tagliaerba da prato.

Qual è il miglior decespugliatore?

Qualsiasi sia la vostra esigenza in fatto di manutenzione del giardino, la vendita online offre un servizio completo, rapido ed economico. Online viene infatti proposto ogni tipo di modello di marca al prezzo più basso.

I test e le opinioni degli utenti possono essere inoltre di aiuto al momento della scelta.

Vi recensiamo qui di seguito alcuni dei modelli più richiesti nel web.

1. Decespugliatore elettrico Bosch ART 23 SL

Il migliore per: leggerezza

È un modello ad alimentazione elettrica da 280 W e 12.500 giri/min. Al momento dell’accensione sblocca automaticamente il filo per iniziare a funzionare come tosaerba.

Rilascia un unico pezzo di filo, la bobina dispone di dispositivo di fermo che evita lo srotolamento accidentale del filo durante la sostituzione all’accensione dell’utensile.

Risulta molto leggero e maneggevole grazie al suo peso di soli 1,7 kg e al design bilanciato.

2. Decespugliatore Alpina

Il migliore per: multifunzione

Si tratta di un modello multifunzione: la confezione include decespugliatore, asta potatura, asta tagliasiepe, prolunga,  azionati dallo stesso motore da 25,4 cc.

È utilizzabile con asta curva con testina portafilo per la cura dei bordi, asta dritta con testina in nylon per la funzione decespugliatore, lama metallica 3Tin caso di vegetazione più fitta, attacco hedger da 39 cm e attacco per potatore da 25 cm.

3. Decespugliatore elettrico Black+Decker ST4525-QS

Il migliore per: doppia impugnatura regolabile

Lavora con sistema di trasmissione ad ingranaggi ad alta torsione, è dotato di motore da 450 W ed ampiezza taglio di 25 cm.

Offre un sistema di alimentazione del filo automatica, dalla testina esce sono un filo. Dispone di doppia impugnatura regolabile per un buon comfort e controllo in uso ed un manico telescopico regolabile per qualunque altezza.

Può lavorare anche in modalità rasaerba per un aumento del comfort e un taglio omogeneo.

4. Decespugliatore a motore Matrix BMT 750 – 310550180

Il migliore per: prezzo interessante

È dotato di motore a due tempi con cilindrata di 25 cm3, raffreddato ad aria. Il motore gira alla velocità massima di 9000 giri/min.

Il serbatoio ha una capacità di 500 millilitri, con cui si può fare un notevole lavoro senza doversi fermare. La miscela deve essere fatta con un rapporto carburante / olio di 40 ÷ 1.

La capacità di taglio è di 380 millimetri di diametro.

5. Decespugliatore Parker

Il migliore per: molti accessori

Caratterizzato da un buon rapporto qualità e prezzo, questo utensile a benzina da 52 cc   viene fornito con numerosi accessori di semplice montaggio. La guida completa per l’utente illustra passo dopo passo come impostare, utilizzare e mantenere il dispositivo, rendendolo perfetto per gli utenti principianti e per i giardinieri esperti.

Il decespugliatore a tre lame è ideale per la gestione di giardini con una vegetazione rigogliosa. Ha una struttura robusta in grado di affrontare con facilità lavori di piccole e grandi dimensioni.

Decespugliatore elettrico o a motore?

Il decespugliatore può essere elettrico o a motore.

Il tipo elettrico funziona tramite energia domestica e può avere una potenza da 500 a 1000 watt. È necessaria una prolunga per potersi muovere con un certo agio lungo tutto il perimetro del giardino.

Il secondo tipo funziona tramite motore termico o a scoppio, a 2 o 4 tempi.

La grande differenza fra i due tipi di decespugliatore è che in quelli con il motore a scoppio il motore rimane sempre acceso.

Com’è fatto il decespugliatore?

Nella sua forma più semplice, il decespugliatore è una lunga asta, a volte ricurva nella parte terminale, che monta la testina di taglio all’estremità. All’altro capo c’è il motore a fare da contrappeso.

A metà dell’asta, regolabile per posizione, c’è l’impugnatura. La si tiene per una mano mentre l’altra, nei modelli con motore elettrico, tiene una leva per l’accensione. In quelli con il motore a scoppio aziona invece una frizione.

La leva di accensione o l’acceleratore sono progettati in modo da ritornare nella posizione di riposo quando si lascia la presa.

Sono talvolta dotati di un guardamano o di una sicura a doppia azione. Si tratta di protezioni che interrompono la rotazione della lama nel caso l’attrezzo sfugga di mano o per prevenire accensioni occasionali nel caso la leva urti un ostacolo o si impigli in qualche abito.

L’impugnatura può essere un semplice manicotto di gomma morbida, un anello di plastica, nei modelli più piccoli; oppure un manubrio curvo “a corna di bue”, da impugnare con le due mani nei modelli più grandi e pesanti.

Questi ultimi, pesanti e professionali, possono avere una tracolla o imbracatura per essere indossati sulle spalle in modo che il peso del motore sia sostenuto dal corpo, siano più comodi e pratici da brandeggiare.

Decespugliatore per piccoli giardini?

Generalmente i modelli elettrici e quelli a fili di nylon con motore a scoppio a due tempi di piccola cilindrata sono adatti a piccoli giardini.

Sono utili per rifinire e tagliare delle parti vegetali inutili che si fatica a rimuovere a mano o con il tosaerba, oppure in prossimità dei pali e dei tronchi degli alberi.

Non sono però adatti in caso di erbacce troppo alte, sterpaglie, rovi, cespugli e altre crescite vegetali indesiderate.

Decespugliatore per grandi giardini?

Per questi tipi di intervento si usa un decespugliatore professionale con testina a catena o a disco, asta più lunga e diritta.

Si tratta di un attrezzo meccanico che permette di arrivare fino a strisce di terreno, angoli e zone del giardino difficilmente raggiungibili con altri mezzi, specie se collocate su pendenze ripide e ai bordi del giardino, degli alberi o delle aiuole.

Tecnicamente, con un decespugliatore non si possono sfalciare grandissime superfici, ma tutto dipenderà dalla potenza e dalla durata dell’attrezzo e dall’abilità di chi dovrà usarlo.

Decespugliatore a motore?

Il motore termico del decespugliatore può essere a due o a quattro tempi. Nel primo caso occorre alimentare il motore con una miscela (benzina verde e dal 3 al 5% di olio per motore a due tempi).

Nel motore a quattro tempi catalitici si usa direttamente solo benzina verde poiché questi motori sono del tutto simili a quelli di un’automobile.

Nel motore a due tempi i livelli di rumore sono inferiori a quelli dei quattro tempi, c’è una minore quantità di gas di scarico ma rilasciano odori più forti per via del residuo di olio bruciato. Dal motore parte un’asta flessibile che collega una coppia conica con doppio ingranaggio che trasmette la rotazione alle testine di taglio, che imprimono moto a fili di nylon, catene, lame o dispositivi rotanti.

La modalità d’accensione è pressoché uguale a quella di una qualsiasi altro attrezzo da giardino tirando una cordicella auto-retrattile collegata al motore: con una mano si tiene premuto un pulsante o una leva che dà il contatto alla candela che consente l’accessione dell’apparecchio, con l’altra si tira il cavo.

Nei modelli più economici e di bassa cilindrata il motore si avvia in posizione start e poi si porta a regime con l’acceleratore che mantiene il motore ai massimi regimi stabiliti; nei modelli più performanti, l’acceleratore è dotato anche di una frizione che consente di portare gradualmente il motore al regime minimo per funzionare stabilito dal produttore.

Testina del decespugliatore?

Le testine per decespugliatore possono essere

  • filo di nylon
  • a disco
  • a catena

Prendiamo brevemente in esame le diverse caratteristiche.

Testina decespugliatore filo di nylon?

Questi apparecchi hanno un filo di nylon di diverso diametro e disegno (tondo, a stella, romboide) che fuoriesce all’esterno della testina stessa per una lunghezza di circa 15 cm.

La testina lascia fuoriuscire due o più fili che, grazie all’alta velocità della rotazione, tranciano nettamente l’erba del prato. Hanno lo svantaggio che si consumano specie nei contatti con muretti e bordi, pertanto devono essere ogni tanto ripristinati nella lunghezza di taglio ideale.

I modelli più recenti dispongono di un rocchetto con una certa metratura di filo già avvolto o da avvolgere, che si rilascia in modo automatico di una tacca, senza dover spegnere l’apparecchio.

Basta premere per pochi secondi la testina su una base solida (un marciapiede, una beola): l’eccesso di filo viene regolato a misura di taglio mediante una lama di solito collocata a una estremità del carter di protezione, che protegge soprattutto i piedi dell’utente durante l’uso.

Testina decespugliatore a catena e a disco?

In un altro tipo di lama le fruste sono costituite da corte e robuste catene d’acciaio. A differenza del cavo in nylon, le catene non si usurano ma vanno comunque sostituite a intervalli regolari prescritti dal produttore.

Il terzo tipo di lama è un sottile disco d’acciaio con dei denti posti ai bordi degli stessi che ricordano i denti di una sega circolare.

Questo sistema permette di tranciare steli di maggior diametro e anche giovani piante da fusto. Sia con le catene che con il disco, però, bisogna prestare maggior attenzione a sassi o opere in muratura, in quanto un impatto troppo violento potrebbe rompere la lama scagliandone i pezzi intorno alla velocità di un proiettile.

Con le testine tonde a filo si taglia qualsiasi tipo di erba, mentre in presenza di polloni, rovi e tronchi di alberi è consigliabile usare testine universali a cui abbinare, lame o catene, in base alla zona da tagliare.

Le testine universali cui montare dischi o catene, andrebbero preferibilmente applicate su decespugliatori professionali o molto potenti, specie quando le erbe da tagliare sono troppo resistenti e alte.

Sicurezza del decespugliatore?

Quando si usa il decespugliatore bisogna osservare delle precise regole di sicurezza per sé e per gli altri.

Il materiale che viene espulso dal disco della lama a forte velocità costituisce il maggior pericolo per chi usa un decespugliatore e non solo.

Durante il funzionamento è bene tenere persone e animali a 10-15 metri di distanza. In base al verso secondo il quale si usa il decespugliatore, la lama può espellere i detriti in direzione dell’utilizzatore o lontano da esso: è sempre consigliato quindi usare il dispositivo in modo che i detriti siano eiettati lontano da sé.

Se la lama o il filo o la catena, visti da sopra, girano in senso antiorario, è bene tosare l’erba con movimenti semicircolari da sinistra a destra; al contrario l’erba va tosata da destra a sinistra quando il gruppo taglio gira in senso orario.

Durante l’uso è sempre meglio impiegare i dispositivi di protezione individuale. Non utilizzare mai il decespugliatore con pantaloni corti o fatti di stoffa troppo leggera. Indossare scarpe antiinfortunistiche, stivali da giardiniere o calzature comunque robuste, sia per evitare di scivolare sia per proteggere i piedi che sono la parte del corpo che più si avvicina alla lama.

In vendita esistono anche dei parastinchi appositamente pensati per chi usa i decespugliatori.I guanti da giardiniere assicurano una buona presa, mentre con la maschera si può proteggere adeguatamente il volto.

Con i decespugliatori dotati di motore a scoppio è bene anche dotarsi di cuffie anti-rumore.

Manutenzione del decespugliatore?

Per fare durare a lungo un decespugliatore occorre prevedere una manutenzione ordinaria e straordinaria.

Il filtro d’aria del carburatore va pulito dopo l’uso, mentre ogni 25 ore bisogna pulire anche la candela, la coppia conica e controllare le viti del fissaggio.

Ogni 50 ore bisogna togliere le incrostazioni dal tubo di scarico e pulire la frizione con un pennello e benzina. Evitare di lasciate miscela nel serbatoio del motore a due tempi in quanto invecchiando potrebbe perdere le caratteristiche per far funzionare correttamente il motore. Per il corretto funzionamento del decespugliatore vanno usate solo testine compatibili con il modello acquistato.

Leave a Reply