I 5 Migliori Dispenser di Sapone Automatici: Massima Igiene A Casa Tua

L’utilizzo di un distributore di sapone automatico è una scelta consapevole, che rivela un’attenzione particolare all’igiene della propria famiglia. Non ci si pensa mai abbastanza, ma con il miglior distributore di sapone automatico si può evitare un sacco di problemi in fatto di igiene anche a casa propria.

Qual è il miglior distributore di sapone automatico?

I modelli in commercio sono particolarmente numerosi. Ne abbiamo scelti alcuni che si differenziano per capacità, specifiche funzioni, design e naturalmente budget.

1. Dispenser di sapone automatico Aike

Il migliore per: completamente impermeabile

Nella sua struttura compatta, pari a 16 x 8,5 x 23 cm, può contenere ben 500 millilitri di prodotto. Il suo sensore di movimento ad infrarossi  è particolarmente sensibile ed è progettato per erogare una dose in 0,2 secondi. 

Progettato con una batteria al litio incorporata da 2000 mAh, viene fornito con un cavo di ricarica. L’autonomia energetica è di circa tre mesi.

2. Dispenser sapone automatico Uetsnor

Il migliore per: praticità

È ideato con una batteria integrata da 2000 mAh, per cui non è necessario intervenire per la sostituzione: basta collegare il cavo di ricarica veloce di tipo C. Una volta ricaricato completamente ha un’autonomia di tre o quattro mesi.

Nel momento in cui “capta” la presenza delle mani, si attiva in 0,25 secondi. Ha un gradi di impermeabilità IPX5 e non teme gli schizzi d’acqua.

3. Simplehuman ST1018

Il migliore per: serbatoio trasparente

Realizzato in robusto materiale plastico questo distributore è elegante e curato nel dettaglio. Il serbatoio è trasparente e consente così di tenere l’occhio in qualsiasi momento il livello del sapone liquido.

Alimentato con 4 batterie stilo AA dispone anche di un indicatore di livello dei residui cariche: verde cariche, rosse scariche. Capacità di 237 ml. La quantità dosata può essere regolata agendo su +/-.

4. Umbra Otto 330265-047

Il migliore per: design elegante

Con il suo look elegante e lineare, frutto della creatività del designer Dennis Cheng, questo distributore trova facile collocazione in ogni ambiente bagno o in cucina.

Ha una capacità di 266 millilitri ed è strutturato per ridurre la diffusione di batteri e batteri. La finestra sul lato frontale indica il livello di liquido presente. Si attiva e disattiva attraverso il suo pulsante on / off. Misura 22,2 x 9,5 x 10,8 centimetri e il suo peso è di 227 grammi.

5. Dispenser sapone automatico Geruike

Il migliore per: rapporto qualità prezzo

Ideale per tutta la famiglia, contiene 700 ml di detergente e ne eroga circa un millilitro alla volta. Ha una protezione IP4 e il su sensore a infrarossi rileva la mano a una distanza di circa 10 cm.

Funziona con quattro batterie di tipo AA, da acquistare a parte.

Vantaggi del distributore sapone automatico?

Oltre ad essere molto pratico da usare, il dosatore di sapone automatico da evitare ogni contatto, rendendo così il suo utilizzo assolutamente igienico.

È un utile strumento non solo nei ristoranti e, in genere, nei luoghi pubblici, ma anche a casa, soprattutto se ci sono bambini.

Come dicono gli esperti, lavarsi le mani è uno dei modi migliori per evitare di ammalarsi e diffondere le malattie. Questa semplice abitudine è particolarmente importante durante la stagione fredda e quando c’è il picco dell’influenza.

Come funziona il distributore di sapone automatico?

Gli erogatori di sapone liquidi touchless, cioè che richiedono senza contatto, sono forniti da un sensore che rileva la presenza delle mani.

Avvicinandole all’ugello di erogazione, si attiva il comando che eroga la giusta quantità di sapone e / o detergente e / o disinfettante.

Per funzionare, generalmente funzionanti batterie, che funzionano un’autonomia di diversi mesi. I modelli più sofisticati usano batterie ricaricabili che possono fare il pieno di energia anche tramite presa usb.

Prima di acquistare un dispositivo di questo tipo è bene considerare gli aspetti tecnici come le dimensioni e la capacità.

È da valutare bene anche la scelta del materiale e l’ambiente a cui sono destinati. Alcune soluzioni progettuali, anche se esprimono il massimo dell’eleganza e del design, potrebbero essere un rischio robusto se collocate in locali particolarmente umidi.

 

Lavare le mani con il distributore di sapone automatico?

Lavare le mani è facile se si osservano alcune condizioni ma per rendere il lavaggio veramente efficace è necessario osservare alcune piccole operazioni.

Innanzitutto, bisogna avere l’accortezza di rimuovere gli anelli ei bracciali, perché comportano un aumento del numero di microrganismi presenti sulla pelle.

Bagnare quindi le mani sotto l’acqua corrente e applicare il sapone, meglio se liquido. Sfregare le mani per almeno 20 secondi ricordando di detergere ogni punto, in particolare lo spazio tra le dita e sotto le unghie.

Sciacquare bene e asciugarsi con un asciugamano pulito o con aria calda . Se è possibile, usa l’asciugamano per richiudere il rubinetto dell’acqua.

Leave a Reply