Le 7 Migliori Troncatrici Radiali Tagliano il Legno con Precisione

Chi si accosta al mondo del fai da te, potrebbe chiedersi: a cosa serve questo strumento?

La migliore troncatrice radiale è un’apparecchiatura portatile o da banco, progettata per tagliare con precisione legno, metalli ferrosi o anche plastici.

A differenza della troncatrice ordinaria si possono effettuare precisi tagli dritti o inclinati su pezzi di definito spessore e per tagli molto particolari dove è importante poter regolare l’angolo di incidenza della lama.

Per questo l’utensile è impiegato a livello professionale soprattutto da corniciai, posatori di parquet, carpentieri nei cantieri edili, che la usano in combinazione anche con un pianetto.

Qual è la migliore troncatrice radiale?

In fase di acquisto possono sorgere i consueti dubbi: quale scegliere? dove comprare? Grazie alla vendita online, tutto diviene più semplice.

Puoi infatti avere in tempo reale una panoramica completa delle apparecchiature disponibili sul mercato, con la possibilità di confrontare le loro diverse caratteristiche. E leggendo le opinioni e i test pubblicati nel web dagli utenti, sarai guidato passo dopo passo nella scelta del modello più adatto alle tue specifiche esigenze.

Anche le fasi di ordine sono semplificate al massimo e così, con pochi clic, potrai ricevere comodamente a casa tua il modello desiderato, al prezzo più basso.

Qui di seguito ti presentiamo le migliori troncatrici radiali:

1. Bosch Professional 0601B23600 GCM 12 GDL

La migliore per elevata potenza

Questo modello garantisce precisione del taglio grazie al braccio di guida innovativo, esente da manutenzione ed estremamente robusto. Ha un meccanismo di trazione senza attrito e un laser puntatore millimetrico, con beccuccio di aspirazione della polvere.

I piani di appoggio per il materiale sono estraibili a destra e a sinistra con arresto longitudinale integrato che si può posizionare con minimo ingombro anche vicino a una parete. Tutti gli elementi di comando per la regolazione dell’inclinazione e lo smusso sono sulla parte anteriore dell’utensile, per lavorare senza sforzi.

Ha una potenza di 2000 Watt, efficace anche con i legni più spessi, monta una lama del diametro di 305 mm.

2. Makita LS0815FLN troncatrice telescopica

La migliore macchina semiprofessionale con avviamento morbido

È un utensile con struttura robusta e tracciatore laser per elevata precisione di taglio, munito di pulsante blocca disco. Monta una lama da 216 mm di diametro e ha una luce LED illuminazione zona lavoro orientabile.

Offre la funzione di avviamento morbido Soft Start con freno motore; la potenza assorbe 1400 Watt, la velocità a vuoto è pari a 5000 giri/min.

L’inclinazione massima del motore è di 45° sia a destra che a sinistra, può effettuare tagli perpendicolari, tagli inclinati fino a 45 gradi e tagli in diagonale fino a 50-60 gradi.

3. Einhell TE-SM 2534 Dual

La migliore regolabile con una sola mano

Molto potente (1800 Watt), è ideale per il taglio di legno massello, pannelli laminati e plastica. La testa di taglio può essere inclinata a sinistra e a destra sui due lati con una sola operazione.

Un laser segna la linea di taglio per posizionamento rapido e preciso. Il piatto girevole con doppio trascinamento consente una regolazione dell’angolo esatto di tagli angolari, anche con una sola mano.

La funzione di trascinamento integrato permette di tagliare pezzi particolarmente lunghi. La luce a led integrata offre un’illuminazione ottimale del pezzo in ogni momento, mentre il “soft start” assicura una partenza più dolce.

4. Bosch 0603B10100 troncatrice radiale

La migliore con estensioni laterali modulabili

Garantisce un taglio preciso sia di cornici sottili che di tavole spesse. La funzione di trazione integrata aumenta la capacità di taglio. Ha una potenza di 1200 Watt e monta una lama di 216 mm di diametro. La velocità è di 4.800 giri/min, la profondità di taglio è di 65 x 220 mm.

Completano le sue caratteristiche la funzione di trazione/spinta con estensioni laterali modulabili, raggio laser disinseribile e regolabile dal lato sinistro e destro della lama, dispositivo di bloccaggio rapido della profondità di taglio, predisposizione per tubo soffiatrucioli da 35 mm.

In dotazione: morsetto di serraggio, chiave esagonale, sacchetto raccogli polvere/trucioli, 4 estensioni laterali.

5. Evolution Power Tools R210SMS+

La migliore per taglio di diversi materiali

La troncatrice radiale Evolution è una macchina multi-materiale che grazie alla lama con punte TCT (carburo di tungsteno) a 24 denti e all’annesso sistema ottimizzato di cambio velocità, è in grado di effettuare tagli su una gran varietà di materiali tra i quali acciaio dolce, alluminio, legno anche con chiodi, plastica, rame e molto altro.

La lama diamantata opzionale (venduta separatamente) completa l’offerta, consentendo di effettuare tagli su mattoni, pietra, calcestruzzo e piastrelle non smaltate.

Tutto grazie alla potenza della macchina di 1500 W. Ha diametro di 210 mm con possibilità di scorrimento per 230 mm, impostazioni di angoli di smusso 0°-45° e di bisello 50°-50°, grazie alle quali si possono ottenere tutte le angolature di taglio comuni.

6. Troncatrice Metabo KGS 216

La migliore che permette la sostituzione della lama in modo semplice

È un apparecchio compatto e leggero ma robusto, realizzato in alluminio pressofuso. Consente così di effettuare con agilità anche lavori più impegnativi. Si può trasportare con una sola mano con lama protetta. Dispone di una funzione di guida per pezzi larghi e permette un’efficace rimozione dei trucioli grazie alla tramoggia integrata.

La regolazione degli angoli di taglio avviene rapidamente attraverso i blocchi a scatto. La dima di profondità è ideale per effettuare scanalature in modo semplice. La testa è inclinabile verso sinistra, con possibilità di angolazione supplementare per sottosquadri.

7. Einhell 4300390 TC-SM 2131/1 Dual

La migliore per il taglio di pezzi molto larghi

La Tc-sm 2131 dual è una sega a trazione per troncature e tagli obliqui efficiente nella lavorazione e nel taglio di legno, laminati e plastica. La testa di taglio con regolazione continua dell’inclinazione a destra e a sinistra garantisce la massima flessibilità per i tagli obliqui.

Un dispositivo laser integrato con alimentazione dalla rete segna la linea di taglio. Il piano girevole garantisce una precisa regolazione dell’inclinazione di taglio grazie all’apposita funzione. L’inclinazione può essere bloccata in una varietà di posizioni grazie alla comoda impugnatura.

La funzione radiale a trascinamento integrato permette di tagliare pannelli particolarmente ampi.

Che cos’è la troncatrice radiale?

troncatrice radiale

È un apparecchio utile per tagliare dei travetti della stessa misura, oppure delle tavole o magari costruire la cuccia del cane o rivestire la taverna di perline senza sbavature. Viene in aiuto anche se si devono tagliare i profili in pvc delle finestre.

La sua caratteristica principale è la capacità di taglio, ovvero quanto spessore e quanta larghezza riesce a tagliare alle varie inclinazioni. Questa misura dipende essenzialmente dal diametro della lama che può variare dai 200 ai 350 mm per i modelli più grandi.

Perciò se dovete realizzare solo cornici vi basterà una piccola sega con lama da 200 mm, mentre se state pensando che la prossima estate vi piacerebbe avere una bella veranda o un gazebo in giardino dovrete orientavi su un modello con lama da 300 o 350mm.

Se poi volete cimentarvi nella costruzione di una casetta, quello che vi serve è una troncatrice radiale. Una troncatrice radiale per legno è l’ideale per chi ha la necessità di lavorare anche il metallo o il pvc con tagli estremamente precisi.

Come scegliere la troncatrice radiale

 

migliore troncatrice radiale

Una troncatrice radiale, rispetto alle altre versioni presenti sul mercato, consente di tagliare elementi di legno o metallo con spessori anche piuttosto elevati, ad esempio una tavola di legno di 30 cm.

Prima di scegliere l’apparecchio, è importante quindi capire le proprie reali necessità, per evitare di comprare un prodotto magari di alta qualità e precisione, ma inutile per l’utilizzo che se ne desidera fare.

Poi, valgono i criteri usuali per questa tipologia di apparecchiature: quando si sceglie un modello di marca bisogna prestare attenzione ai dettagli come la robustezza delle lame, i gradi di inclinazione che devono essere variabili, la potenza.

La conformazione dell’apparecchio è studiata per agevolare la gestione della rotazione della lama, per troncare l’asse di legno o la barra di metallo. Spesso il motore è posizionato proprio dietro la lama in modo che la si possa inclinare sia a destra che a sinistra.

Potenza

La potenza è altrettanto importante proprio perché questo apparecchio deve avere sia spunto che forza per tagliare spessori consistenti oltre a definire la velocità di rotazione della lama.

Per garantire le migliori prestazioni un apparecchio di questo tipo non deve mai scendere sotto i 1400-1500 Watt e avere una velocità non inferiore a 5000 giri/minuto.

Lame

Il cuore di una troncatrice sono le sue lame, quindi bisogna fare bene attenzione ai tipi di lama da scegliere, rivalutando eventualmente anche la loro qualità.

I dischi sono caratterizzati dalla presenza di denti in metallo perfettamente integrati su un corpo che è realizzato in acciaio. Per valutare che la loro qualità sia elevata, bisogna verificare che siano perfettamente lineari, non mostrino alcun tipo di irregolarità: solo In questo modo garantiranno la precisione e la velocità di taglio.

La qualità delle leghe utilizzate per realizzare una lama permette di assicurare una buona durata a patto di usarle con i materiali con cui sono compatibili. Alcune, infatti, si prestano a tagliare esclusivamente il legno mentre altre non hanno problemi con l’acciaio o l’alluminio.

Molto utili possono essere gli apparecchi che dispongono di un beccuccio aspiratore vicino alla lama per rimuovere immediatamente trucioli e limatura di ferro.

Inclinazione

Un importante elemento di valutazione di una troncatrice radiale è la sua capacità di ruotare l’asse così da offrire inclinazioni differenti, visto che difficilmente ti troverai a dover effettuare tagli solo perpendicolari. L’angolo di inclinazione incide in modo importante sulla versatilità dell’apparecchio.

Dal punto di vista della struttura, l’apparecchio deve dimostrarsi solido e avere una base stabile in grado di assorbire le vibrazioni del motore a induzione. Gli apparecchi migliori dispongono anche di guide per rendere più facile la rotazione della lama con cui si deve troncare l’asse di legno o la barra di metallo.

Sicurezza

Il disco della lama è sempre protetto con grande cura perché non ci sia modo di venire a contatto mentre si lavora, così da scongiurare il rischio di incidenti.

È bene comunque ricordare come la troncatrice con banco è un dispositivo potenzialmente molto pericoloso perciò è indispensabile utilizzarlo con la massima attenzione e adottando tutte le misure di sicurezza.

Meglio accertarsi che il modello che si va ad acquistare sia dotato di tutte le protezioni previste dalla normativa CE e che il vostro ambiente di lavoro sia confortevole e privo di distrazioni.