Mai Più a Piedi con gli 8 Migliori Avviatori di Emergenza per Auto

Non avrai più bisogno di assistenza stradale con il miglior avviatore di emergenza per auto.

Questo apparecchio è proprio l’ideale per chi non ha dimestichezza con i cavi di avviamento o è costretto a chiamare l’assistenza stradale magari aspettandola ore e ore e dovendo pagare alla fine un occhio della testa.

I motivi per cui la batteria si scarica e ci lascia a piedi sono diversi: è infatti sufficiente lasciare accesi i fari o la luce interna della macchina dopo averla parcheggiata.

Qual è il miglior avviatore di emergenza auto?

Anche se si spera di non averne mai bisogno, il miglior avviatore di emergenza per auto è uno strumento veramente utile se vuoi rischiare di rimanere in panne.

Qui di seguito ti proponiamo una selezione dei migliori apparecchi attualmente disponibili, accompagnati da una breve descrizione tecnica che ci auguriamo ti possa aiutare nella scelta.

Acquista su Amazon.it

1. Avviatore di emergenza auto RoyPower

Il migliore per: ultrasicuro

No products found.

Compatto, portabile e potente, ha una corrente di picco di uscita 400 Amp ed è in grado di azionare motori a gas/benzina 4.0L al massimo e motori a diesel 12V 3.0L al massimo. Alimenta un veicolo almeno 20 volte dopo una ricarica completa.

La Multi-Protezione con la tecnologia resistente a errore, integra un circuito esclusivo per evitare malfunzionamento. La protezione di corto circuito e la protezione anti-scintilla di polarità inversa permettono di collegarlo a qualsiasi batteria in modo sicuro. 

2. Avviatore di emergenza auto portatile RAVPower

Il migliore per: batteria potente

Si tratta di un avviatore auto con carica batterie esterno da 10000 mAh per l’accensione d’emergenza di vetture e autoveicoli. Ha una batteria super potente e affidabile e consente di effettuare la ricarica in modo veloce.

Ideale per l’avvio di motori a benzina con batteria da 12V e cilindrata fino ai 3L. Leggero, durevole e compatto – si può conservare nel porta bagagli ed usare al momento del bisogno.

3. Avviatore di emergenza auto Tacklife

Il migliore per: multifunzione

No products found.

Questo dispositivo offre tre differenti funzioni: caricabatterie, avviatore per l’auto e luce a led. Molto compatto, può essere messo nel cassetto portaoggetti del veicolo o in borsa.

Dotato di protezione di sicurezza multipla, impiega 2-3 ore per caricare l’alimentazione di avviamento. Può avviare l’auto 3000 volte su una carica completa.

4. Avviatore di emergenza auto Noco Genius Boost

Il migliore per: torcia molto potente

Pregio di questo avviatore di emergenza è la dotazione di una torcia a doppio fascio di luce da 100 lumen di luminosità, con 7 funzioni di illuminazione compresa quella SOS e luce stroboscopica di emergenza.

Si tratta di un’apparecchiatura compatta, con un’energia di 400 A che permette di far ripartire l’auto fino a 20 volte con una singola carica. È dotato di circuita di protezione e sicurezza da sovraccarica e polarità inversa. Ricarica dispositivi portatili come smartphone e tablet; dispone di una presa usb in uscita e di una in entrata.

5. Avviatore di emergenza auto Einhell

Il migliore per: completo di accessori

Compatto e maneggevole, è il compagno di viaggio ideale per qualsiasi autovettura. Con un solo prodotto è possibile ricaricare la batteria e piccoli apparecchi come cellulari, laptop, videocamere, ecc.

La potente batteria ai polimeri di litio con una capacità fino a 8.000 mAh garantisce in ogni momento una potenza sufficiente. L’illuminazione led integrata offre un’ulteriore pratica funzione in caso di emergenza. Nella fornitura sono compresi un cavo di avviamento d’emergenza con morsetti isolati e protezione contro il sovraccarico, un cavo USB, un carica batterie da 230 V e un cavo da 12 V con adattatore per spinotto accendisigari.

6. Avviatore di emergenza auto Suaoki G7

Il migliore per: alta capacità di accumulo di potenza

Con la sua grande capacità di accumulo di potenza fino a 18000 mAh, permette di avviare auto in panne e di caricare moltissimi apparecchi portatili per un numero elevato di volte. Dispone di una corrente di picco intensa di 600 A che consente di avviare immediatamente anche veicoli di media/grande cilindrata.

È progettato con sicurezze particolari come un controller dei cavetti; se si connettono le polarità sbagliate l’apparecchio non conduce elettricità. Ha una torcia incorporata per illuminazione e segnalazione di aiuto in caso di emergenza. È attivo fino a una carica residua non inferiore al 30%.

7. Avviatore di emergenza auto DbPower

Il migliore per: rapporto qualità e prezzo

Ha una capacità di 8000 mAh e un picco di rilascio di 300 A e può essere utilizzato per avviare una batteria d’auto per almeno 20 volte.

Adatto per veicoli di media cilindrata, può essere utile anche per ricaricare dispositivi portatili forniti di porta usb. È piccolo e comodo, si può trasportare comodamente in una borsa.

L’avviatore dispone anche di una luce a led con tre diverse modalità di illuminazione. Per preservarne la durata è consigliato ricaricarlo almeno una volta ogni quattro mesi. La sua garanzia è di 3 anni.

8. Avviatore di emergenza auto Suaoki T10

Il migliore per: robustezza

È costruito con materiali molto resistenti e con protezioni di sicurezza. Consente di ricaricare batterie di auto, motociclette e natanti.

Ha una capacità di potenza di 12000 mAh e una corrente di picco di 400 A, che permette di caricare la batteria dell’auto fino a 15 volte.

È utilizzabile anche come dispositivo di ricarica per apparecchi elettronici portatili: dispone di due uscite usb da 2,4 A compatibile per smartphone sia Android che Apple, tablet e notebook. Nella sua struttura è inclusa una torcia a led con tre funzioni.

Come funziona l’avviatore di emergenza auto?

Gli avviatori di emergenza, detti anche booster, sono apparecchi abbastanza piccoli (stanno comodamente nel bagagliaio) ma sufficientemente potenti da far “tornare in vita” la tua auto. Averne uno in dotazione come kit di emergenza ti fa viaggiare senza preoccupazioni.

Un avviatore di emergenza consente di regolarizzare le tensioni di esercizio di una batteria e di far ripartire l’auto in pochissimi minuti in tutta sicurezza.

Devi solo avere l’accortezza di collegarlo per pochi secondi: se l’avviamento non riparte è inutile insistere con il rischio di danneggiare anche il dispositivo. Meglio attendere qualche minuto, poi riprovare.

Quanto è grande un avviatore di emergenza auto?

Fino a poco tempo fa, quelli che funzionavano bene avevano la dimensione di un dizionario rigido alimentato da batterie al piombo molto pesanti. Non era certo pensabile portarli in auto.

I nuovi modelli pesano all’incirca un chilo e sono di dimensioni tascabili. Per questo una volta ricaricati comodamente a casa e mantenuti in carica con l’attacco dell’accendisigari o una presa 12 V, sono in grado di restituire l’energia accumulata.

Batterie dell’avviatore di emergenza auto?

Gli apparecchi di ultima generazione sono equipaggiati di batterie al litio e possono essere utilizzati anche per ricaricare via usb altri dispositivi portatili come i telefoni cellulari.

I caricabatterie più accessoriati possono avere torce incorporate che consentono di intervenire anche quando è buio.

Quali utilizzi dell’avviatore di emergenza auto?

Grazie al doppio spinotto accendisigari in dotazione, l’avviatore può essere utilizzato anche come mantenitore di memorie (come ad esempio alza cristalli, autoradio, orologio): basta collegarlo alla presa dell’accendisigari del veicolo.

Questo accorgimento è utile se si deve scollegare la batteria per sostituirla o se si devono eseguire operazioni di saldatura sulla carrozzeria. 

Dove si posiziona l’avviatore di emergenza auto?

Il dispositivo è molto compatto e può essere posto nel bagagliaio dell’auto, per essere sempre a portata di mano nel caso in cui la batteria si scarichi all’improvviso (ad esempio, quando i fari o l’interruttore di accensione vengono lasciati accesi mentre il motore non è in funzione).

I passi da seguire per collegare e scollegare i cavi in modo sicuro sono riportate nel manuale dell’auto.

Perché acquistare un avviatore di emergenza auto?

È difficile prevedere quando le cose possono andare storte, quindi vale la pena essere previdenti.

Anche se sappiamo bene che la nostra auto potrebbe smettere di funzionare in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento, ben difficilmente pensiamo che la causa possa essere attribuita alla batteria.

Vantaggi dell’avviatore di emergenza auto

Un buon dispositivo di emergenza può essere un vero toccasana e puoi contribuire a ridurre il potenziale danno al tuo alternatore guidando con la batteria scarica il meno possibile. Se sei in difficoltà, assicurati di usarlo il prima possibile. In caso contrario, potresti prendere in considerazione l’idea di chiedere l’aiuto di un amico o un vicino di casa o addirittura di lasciare la tua auto dall’elettrauto per ricaricare la batteria. Se non sei estremamente sicuro del motivo per cui si è esaurita, è anche l’occasione per far controllare i sistemi elettrici e di ricarica scoprire quali sono i problemi.

Un elevato consumo

Un produttore di batterie leader in Germania ha controllato 400 batterie di avviamento che erano state restituite in garanzia e ha riscontrato che 200 di loro non avevano alcun problema. Un altro produttore di batterie ha rivelato che i veri difetti di fabbrica sui ritorni di garanzia ammontano solo al 5-7%. Qualcosa non quadra.

Quando Cadillac introdusse la batteria di avviamento nel 1912, lo scopo principale era quello di fornire la funzione di accensione, e nient’altro. Oggi, la batteria aiuta anche ad alzare e abbassare i finestrini, ad aprire e chiudere le portiere, a ar funzionare il condizionatore…  Basta aprire la portiera del conducente per far scorrere 20A di corrente, per non parlare delle porte laterali servoassistite e dei portelloni. La funzione Start-stop è una nuova funzionalità che richiede ulteriore energia alla batteria. Tutto ciò porta alla perdita di capacità e al guasto prematuro.

Batterie agli ioni di litio

L’introduzione sul mercato delle batterie agli ioni di litio ha rappresentato una vera e propria innovazione. Hanno un peso e una dimensione notevolmente ridotti e si fanno apprezzare per la loro notevole efficienza. Tuttavia gli esperti affermano che, nonostante il prezzo elevato, questi modelli non sono privi di problemi e la longevità non è poi così superiore rispetto ai tipi al piombo.

Quali sicurezze sono necessarie?

La protezione da cortocircuito è probabilmente di una delle caratteristiche di sicurezza più importante, poiché un cortocircuito può causare potenzialmente non solo seri danni all’avviatore, ma anche a una potenziale esplosione della batteria all’interno del dispositivo. I cortocircuiti si verificano quando i cavi con polarità opposta (vale a dire polo positivo e negativo) vengono a contatto, causando un flusso di corrente molto elevato che passa tra i terminali positivo e negativo. La maggior parte dei dispositivi di avviamento viene fornita almeno con questa protezione. Prima dell’acquisto, verifica che sia presente.

La protezione da sovracorrente consente di limitare la quantità di corrente che l’avviatore trasporta alla sua corrente nominale di picco, evitando danni al dispositivo. La protezione da sovraccarico protegge l’unità dalla ricezione di una corrente superiore alle specifiche del produttore durante la ricarica. Ciò può accadere durante un’impennata dall’alimentazione di rete che alimenta il caricabatterie.

La protezione da sovratensione impedisce che venga applicata una tensione eccessiva all’unità durante la carica. Anche in questo caso, ciò può accadere durante un aumento di tensione di rete. Non tutti i dispositivi interrompono automaticamente la ricarica quando le batterie sono piene. Con il sistema di interruzione di carica, una volta che la batteria è completamente carica si arresta il processo di fornitura di energia.

Batterie al litio ferro fosfato o agli ioni di litio?

Ci sono così tante scelte a un buon rapporto qualità prezzo quando si tratta di selezionare un dispositivo di emergenza portatile. Uno dei fattori più importanti da considerare prima di effettuare l’acquisto è il tipo di batterie disponibili.
In linea generale, vengono utilizzate principalmente due tipi di batterie. Entrambe sono ad alta potenza e a base di litio: fosfato di ferro di litio (LiFePO4) e agli ioni di litio (Li-ion).

Le batterie al litio-ferro hanno un vantaggio sulle batterie agli ioni di litio grazie alla loro superiore stabilità chimica e termica. La batteria al litio-ferro rimane fredda a temperatura ambiente, mentre gli ioni di litio possono soffrire di instabilità termica e riscaldarsi più velocemente in condizioni di carica. Il fosfato di ferro di litio è un materiale non tossico, ma il biossido di litio cobalto (LiCoO2), un composto a base di ioni di litio, è un allergene degli occhi e della pelle ed è nocivo se viene ingerito. Lo smaltimento delle batterie agli ioni di litio è di solito un grande problema per il produttore e l’utente.