Parete doccia: Le 6 migliori nel 2022

Una buona doccia ti sveglia la mattina e ti rilassa alla fine di una dura giornata. Richiede molta meno acqua del bagno ed è più veloce.

Tuttavia se hai già installato una vasca e non hai ulteriore spazio per il piatto doccia, puoi risolvere il problema con la migliore parete doccia. Il tutto, all’insegna del design.

E se poi chiudi completamente la vasca puoi creare delle cabine doccia veramente eleganti.

Qual è la migliore parete doccia?

Oggi puoi attrezzare una vasca da bagno sfruttandola anche per fare una doccia in piedi, aggiungendo solo un soffione per doccia, sfruttando il posizionamento vicino alla vasca o su una parete angolare.

Puoi anche decidere di rifare l’impianto, sostituendo la vasca con un piano doccia. In tuti e due i casi avrai da scegliere ante, pareti e porte in vetro temperato a filo pavimento o come sopra vasca, con telaio o senza telaio.

Qui di seguito ti presentiamo le migliori pareti doccia:

1. Parete doccia Giorgy Shop Fissa Walk In

La migliore per trattamento anticalcare

Ideale per gli amanti del design e dello stile minimale, è una lastra a tutto vetro trasparente di 8 mm di spessore. Il lato interno della struttura è stato sottoposto allo speciale trattamento anticalcare a nanotecnologia Easyclean.

Si tratta di un procedimento fisico, non chimico, che viene realizzato direttamente in fabbrica per far scivolare l’acqua velocemente, senza lasciare residui.

Il profilo in alluminio cromato antibatterico dello spessore di 0,8 mm garantisce la massima robustezza.

2. Parete Vasca Cristallo Fermart

La migliore per la pratica apertura

Questa elegante parete per vasca in cristallo trasparente temperato misura 120 x 140 cm. Ha uno spessore di 6 mm ed è realizzata con profili in alluminio anodizzato. L’apertura verso l’esterno è semplificata dalla presenza di un grande maniglione.

Offre la possibilità di montaggio sia a destra che a sinistra. Si compone di un’anta fissa da 40 x 140 cm, dotata di braccio che viene fissato a parete per sostenere la prima anta e la guarnizione sottostante alla seconda parete mobile.

3. Porta Parete Doccia a Nicchia Dorini

La migliore per rapporto qualità e prezzo

È un box doccia a nicchia a due ante in cristallo temperato da 6 mm, di cui una scorrevole. L’innovativo abbinamento tra resina e cristallo donano alla cabina caratteristiche uniche quali: riducibilità, reversibilità, tolleranza all’acqua e ai prodotti chimici.

Tutte le varianti sono concepite per rendere il prodotto facile da pulire e rapido da installare. Le ante mobili sono dotate di sistema di cuscinetti silenziati e di una maniglia ibrida con interasse di 230 mm.

4. Parete Vasca bagno doccia angolare Xinyang

La migliore per le ante apribili di 180°

Questo modello da montare sopravasca si adatta a qualsiasi esigenza di installazione. Ha una parete fissa laterale e una parete movibile che crea uno spazio comodo durante la doccia.

Una barra di supporto da 60 cm fissa a parete laterale rende la struttura stabile e solida; le guarnizioni sotto porta in pvc evitano la fuoriuscita di acqua e il deposito di sporco. Il cristallo temperato da 6 mm con trattamento Easyclean riduce il deposito di calcare.

5. Parete Vasca Box Doccia Capaldo

La migliore per il prezzo interessante

Questa proposta è la soluzione ideale per chi ha un budget contenuto ma non vuole rinunciare al design e alla qualità. La struttura di questa parete da posizionare sopra la vasca, dona una sensazione di leggerezza all’intero ambiente bagno.

Si compone di tre ante di cristallo da 3 mm serigrafate con un motivo a listelli orizzontali. Le sue dimensioni sono pari a 140 x 134 cm. Si può montare a destra o a sinistra.

6. Parete doccia sopravasca Schulte

La migliore per gli spazi ristretti

Se cerchi una soluzione per evitare piccole inondazioni nel tuo bagno e vuoi trasformare la tua vasca da bagno in un vero e proprio spazio doccia, questa parete a un’anta di 70x 130 cm fa al caso tuo.

Il suo profilo e la decorazione serigrafata nera creano un’atmosfera particolare e danno un tocco di design al bagno. Con i suoi 5 mm di spessore il vetro della vasca è leggero e facile da installare. Il montaggio è reversibile.

Perché montare una parete doccia?

migliore parete doccia

Se hai bisogno di installare un box doccia in un bagno dove la doccia non c’è, hai due possibili soluzioni:

  • smantellare la vasca e rifare l’impianto
  • tenere la vasca senza spaccare niente, posizionando solo un soffione per la doccia all’altezza giusta.

In tutte e due i casi per evitare di schizzare acqua sul pavimento, ti serve delimitare il perimetro della vasca o del piatto doccia con delle pareti.

Lo stile che scegli può essere basato principalmente sui tuoi gusti. Tuttavia prima di impegnarsi, se non sei in grado di farlo da te, si consiglia di parlare con il proprio installatore per determinare la posizione migliore per la doccia.

Come scegliere la parete doccia

Sei pronto per l’acquisto? Prima dai un’occhiata a questi aspetti!

Design

Autentici gioielli di design, le pareti doccia in vetro trasparente sfoggiano un look pulito che amplia lo spazio della doccia. Quelle in vetro smerigliato offrono un maggior senso di privacy e contribuiscono a smorzare le linee, rendendole più morbide.

L’unico problema delle ante in vetro trasparente è che ti obbligano a pulirle ogni volta che fai la doccia con accessori in gomma, perché si formano goccioline antiestetiche.

Dimensioni

Il passo più importante nell’installazione di una parete per doccia o di una porta – parete per vasca o doccia è la dimensione.

Sebbene queste pareti offrano una certa flessibilità di montaggio, è importante iniziare con le giuste misure in modo da poter selezionare subito il modello più adatto. In entrambi i casi devi misurare la larghezza superiore, la larghezza inferiore e l’altezza.

In seguito puoi scegliere, in base ai tuoi gusti personali, di montare una porta senza telaio abbellita eventualmente da cornice di metallo per creare un look elegante e sofisticato.

Puoi anche optare una porta incorniciata in un telaio di alluminio o di plastica (il telaio aggiunge struttura al vetro e lo sostiene), facendo attenzione al tipo di finitura; oppure ancora una porta a scomparsa se ricavi un angolo doccia tra due pareti.

Materiale

Un’altra cosa da valutare in fase di acquisto è il design del vetro.

  • Cristallo

Oggi il materiale più usato per la realizzazione delle cabine doccia e delle pareti doccia è il cristallo temperato. È più sicuro del vetro perché in caso di rottura forma delle schegge non appuntite, che non sono pericolose nemmeno se le si calpesta.

Gli spessori che si utilizzano più di frequente sono 3-4-6 e 8-10 mm. Il criterio della scelta dello spessore del cristallo è soggettivo. Questo dipende da fattori quali la presenza o meno del telaio di supporto del vetro e del tipo di apertura (vetro doccia scorrevole o ad anta).

Per i box doccia senza telaio di supporto si consigliano spessori di 6-8 mm, mentre quelli con telaio possono avere anche spessori inferiori.

  • Plastica

Dal punto di vista igienico i pannelli in materiale plastico tendono a far aderire lo sporco e il calcare rendendo difficile la pulizia del bagno, mentre dal punto di vista estetico le ante in acrilico tendono a ingiallirsi e a incurvarsi con l’andare del tempo.

Tipi di parete doccia

La scelta della parete dipende non solo dalle tue preferenze in fatto di stile, ma anche da eventuali limitazioni di spazio.

Anche il posizionamento delle manopole su una o due pareti e la larghezza e l’altezza della cabina doccia sono fattori chiave: si possono trovare modelli da 70 cm o 80 cm se utilizzate come sovravasca o da 140 cm in su come impiego per cabina doccia.

Alla luce di questo, si possono considerare diverse opzioni strutturali.

  • A scivolamento scorrevole

Due pannelli si inseriscono in una cornice e scorrono in entrambe le direzioni per aprire e chiudere.

  • Swing o pivot

Una singola parete incernierata a muro in un punto fisso che si apre a sinistra o a destra.

  • Porta e pannello

Uno stretto pannello è fissato al muro mentre accanto ad esso un pannello è fissato con cerniere all’altra parete e funziona come porta.

  • A farfalla o doppia piegatura

Due pannelli di uguale dimensione sono incernierati al centro per aprirsi verso l’interno a soffietto o a libro.

  • Fisso

Un singolo pannello di vetro attaccato al muro che isola la doccia e protegge il bagno dagli schizzi; l’altro lato della doccia o della vasca rimane aperto.