Le 5 Migliori Maschere da Snowboard: Alta Protezione anche nelle Discese Mozzafiato

La migliore maschera da snowboard è un importante accessorio per chi vuole sciare, fare snowboard, andare in motoslitta, camminare con le racchette da neve o semplicemente giocare in montagna. Anche se alcuni appassionati della neve amano i loro occhiali da sci, la maschera da snowboard offre una maggiore protezione dalla luce, dal vento e dalle intrusioni di corpi estranei.

Una buona attrezzatura e un buon equipaggiamento sono fondamentali per prevenire incidenti e godere del massimo divertimento. Tra gli accessori irrinunciabili per la sicurezza vi sono  caschi da sci  e le maschere.

Gli  occhiali da sci  sono un accessorio importante. Proteggono gli occhi dagli agenti atmosferici come neve e vento e dai raggi UV dannosi, migliorando il tempo stesso la vista per avere la visuale più nitida possibile.

 

Quali sono le migliori maschere da snowboard?

Le funzioni di protezione che hanno gli occhiali sono spesso trascurate e così molte persone comprano solo il tipo più economico che riescono a trovare. Tuttavia, la differenza tra una maschera da snowboard e un buon mercato e una buona qualità può essere ampia e incidere sia sulla visuale che sulla comodità di indossarla.

C’è chi preferisce mettere questo tipo di accessori solo mentre scia, soprattutto quando fa più caldo. Tuttavia anche nelle giornate  invernali fredde, ventose o innevate con il cielo coperto, nulla ti permette di vedere meglio e proteggere i tuoi occhi come un paio di occhiali da sci.

Vento, neve, sole… Sulle piste da sci le condizioni meteo cambiano rapidamente e sottopone la maschera da snowboard a dura prova. Qual è dunque la migliore?

Abbiamo selezionato vcinque, tra quelle disponibili per l’acquisto nel web, con proposte sia economiche che top di gamma. A voi il delicato compito di identificare quella giusta in base alle vostre esigenze specifiche, naturalmente, ai vostri gusti personali. Buona lettura e buona scelta!

 

1. Oakley Flight Deck OO7050-34

La migliore per: ampia visuale

Calza a pennello sul viso di un uomo, l’offerta una visibilità particolarmente ampia. Ottima la visione periferica. Monta una lente Prizm a specchio, ideale nelle condizioni atmosferiche con cielo variabile o molto nuvoloso.

La montatura rende molto semplice la sostituzione della lente. Viene garantito un flusso d’aria continuo, per favorire la respirazione.

 

2. Oakley Airbrake OO7046-34

La migliore per: lenti intercambiabili

Questa maschera viene fornita con una lente Prizm Black Iridium (ideale in caso di tempo sereno) e una lente Prizm Rose (adatta nelle giornate nuvolose o con scarsa visibilità). Le lenti si cambiano in modo molto semplice e rapido.

La montatura è robusta e flessibile e il rivestimento è anti-appannamento. In dotazione è previsto un sacchetto per il trasporto.

 

3. Anon Insurgent

La migliore per: rapporto qualità e prezzo

È una comoda maschera da snowboard per chi punta molto sulla qualità, e che viene proposta un prezzo particolarmente competitivo. Il suo design curato in ogni dettaglio favorisce un’ottimale vestibilità.

Ha la giusta dimensione per adattarsi a tutti i tipi di volto. Le sue dimensioni sono pari a 20 x 10,8 x 10,2 centimetri e il peso è di 222 grammi.

 

4. Spia + bianco ottico Ace

La migliore per: notevole protezione

È una maschera da snowboard dal look grintoso. Realizzata in poliuretano flessibile, è studiata per garantire una protezione ottimale.

Viene fornita completa di lente intercambiabile per consentire una visibilità perfetta in ogni condizione climatica, con cielo nuvoloso o sereno. Grazie al sistema Quick Draw il cambio della lente avviene in modo pratico e veloce.

 

5. Zionor snow 3100 argento

La migliore per: confortevole sul viso

Ha un elevato livello di vestibilità, con la parte interna che aderisce in modo morbido al volto e offre un grande comfort. La lente a specchio di tipo sferico offre un campo visivo particolarmente ampio. Ha un VLD pari al 18,5%.

In fase di progettazione è stata posta una particolare attenzione alla ventilazione, per mantenere costante il flusso in entrata e in uscita.

 

Com’è fatta la maschera da snowboard?

Le maschere da snowboard sono costituite da diversi componenti che sono assemblati tra loro: ciascun pezzo ha un ruolo importante nel supportare la vista, proteggere gli occhi e garantire il comfort.

Le lenti sono senza dubbio la parte più importante: scegliere il tipo giusto significa garantire un’adeguata protezione. Anche la montatura gioca un ruolo significativo, dal momento che ti garantisce un livello di comfort adeguato.

 

Come scegliere la maschera da snowboard?

L’approccio più immediato è quello di considerare tre aspetti fondamentali: forma, stile e tipo di lente. La maschera deve consentire una vestibilità perfetta, al fine di proteggere efficacemente dagli elementi atmosferici. E, cosa fondamentale, vi deve piacere, altrimenti finirete con il non indossarla.

Per chi pratica snowboard, le maschere devono avere determinate caratteristiche, a partire dalla montatura realizzate in poliuretano termoplastico (TPU), materiale che vanta esclusive caratteristiche di flessibilità e leggerezza.

Questi modelli hanno tre vantaggi principali rispetto ad altre soluzioni: fornire una perfetta aderenza a qualsiasi viso; hanno un’elevata capacità di assorbimento degli urti, in caso di caduta; mantengono inalterate le proprie caratteristiche in ogni condizione climatica, avvertendo rigidità alle temperature più basse che altrimenti causano rotture e scheggiature.

 

La montatura è importante

La montatura è l’alloggiamento che tiene insieme tutti i componenti degli occhiali, ed è generalmente la parte che prevede lo stile e lo stile. Tuttavia, il telaio non è solo lì per differenziare un modello da un altro, ha anche la proprietà che deve influenzare la funzionalità della maschera. Vediamo insieme di che cosa si tratta.

 

Una corretta ventilazione

La maggior parte degli occhiali presenta fori nei telai ricoperti di schiuma, in modo che l’utente possa passare attraverso la struttura. La schiuma lascia filtrare l’acqua ma mantiene tutto il resto fuori, in modo che l’interno degli occhiali di protezione rimanga pulito e asciutto.

La funzione della ventilazione è quella di mantenere l’affresco del viso e di evacuare lontano il vapore acqueo dall’interno degli occhiali. Tuttavia, la ventilazione funziona davvero solo mentre ci si sta muovendo e si lascia fluire l’impianto. Se si è accaldati e ci si è fumate di muoversi, gli occhiali possono essere esposti al vapore d’acqua e per il fatto che non viene rimosso abbastanza velocemente, fare condensa all’interno.

 

A ciascuno la sua forma

La forma e la rigidità della montatura fanno anche molto effetto sulla vestibilità degli occhiali, il che significa che non tutti gli occhiali da sci si adattano bene al viso di tutti. Gli adulti possono indossare comodamente più misure di occhiali, ma ecco alcune linee guida generali. Un modo semplice per pensare alle dimensioni della montatura è che spesso si correla con le dimensioni della tua testa.

Quindi se indossi un casco piccolo prendi in considerazione una cornice piccola e se indossi un casco grande o extra grande, considera una cornice più grande, in base alle tue esigenze

 

Dimensione dell’imbottitura

L’imbottitura è la parte della maschera che si trova ad appoggiarsi contro il tuo viso. La maggior parte degli occhiali ha due o più strati di schiuma, con densità diverse. Ciò deve garantire all’imbottitura di modellarsi meglio al contorno della faccia, in modo che gli occhiali siano più comodi.

Lo spessore, la larghezza, la morbidezza e la forma dell’imbottitura offrono molto tra le diverse marche e modelli di occhiali, quindi vale la pena provare alcuni modelli per scoprire quali calzano meglio e sono più comodi, specie se pensi di acquistare online e ti serve avere qualche riferimento.

 

Che tipi di lenti ci sono?

Le lenti (o la lente se la maschera non ha l’inserto nasale) sono molto importanti per garantire una vista ottimale. In realtà quando il parliamo di lente, nei migliori prodotti, intendiamo un aggregato di due lenti distinte, una interna e una esterna, separato da un divisore in schiuma che crea uno spazio d’aria tra le due pellicole.

Questo spessore divisorio isola principalmente è il tuo viso ed evita che la lente interna sta diventando freddo probabilmente appannarsi, il che rende gli occhiali più resistenti al vapore d’acqua. Le lenti sono normalmente utilizzate in policarbonato o plastica Trivex, che rende l’appuntamento più resistente agli urti e meno soggetti a una rottura rispetto al vetro o ai normali materiali plastici.

 

Lenti sferiche o piatte?

Ci sono due diverse forme di base che gli occhiali possono avere in funzione del costo del prodotto. Le lenti piatte e verticali, con una curva laterale sugli occhiali, sono il tipo di lente più economica e sono adatte a chi ha un budget limitato.

Le lenti sferiche sono curvate, come se fossero tagliate direttamente da una sfera. Offrono una visione migliore di lato anche negli angoli morti dove puoi vedere lo sguardo e una minore distorsione ottica. Le lenti sferiche sono più costose.

 

Che campo visivo offre?

Dipende da come sono configurate e montate le tue lenti, in modo particolare sui lati, e da come è fatta la montatura degli occhiali. Come abbiamo visto sopra, con le lenti piatte generalmente non hai una buona visuale laterale laterale perché la struttura te lo è.

Con le lenti curve che arrivano fino alle tempie è favorita una migliore visuale senza necessariamente girare la testa. Avere un buon campo visivo è molto utile, con l’attenzione di farti sentire più un tuo agio sulle piste.

 

La visuale viene distorta?

La maggior parte degli occhiali più evoluti avrà una distorsione ottica molto piccola o nulla, il che significa che ciò che vedi attraverso le lenti è molto vicino al vero. Alcuni occhiali meno costosi, tuttavia, possono distorcere leggermente la vista, producendo effetti sui bordi degli oggetti un po ‘straniero. Raramente questi effetti saranno così gravi da rendere gli occhiali scomodi da indossare, comunque prima dell’acquisto verifica questo aspetto tecnico e orientato a quelli che hanno un’ottica corretta.

 

Lenti a colori?

Il colore usato nella mescola della lente serve per lo scurire quello che vedi quando guardi attraverso gli occhiali. Una volta che hai indossato un paio di occhiali per alcuni minuti, i tuoi occhi sono saranno adattati e ti vedrai perfettamente, ma i suoi effetti di protezione sono necessari.

Le diverse tonalità delle lenti sono pensate appositamente per le varie condizioni meteorologiche in cui cambia la visuale a causa della rifrazione della luce sulla neve: alcuni colori è più facile vedere la definizione sulla neve quando la luce è bassa o piatta, mentre altri colori sono più adatti a ridurre l’abbagliamento dalla neve quando è soleggiato.

In condizioni di nuvoloso o nevoso, la lente è giallo, rosa. Per il tempo soleggiato è arancione, oro, blu, grigio. In l’impostazione neutre viene adottata ambra, rosa. Per lo sci notturno è chiara e trasparente.

 

Tonalità chiara o scura?

Le lenti che sono adatte alle condizioni di scarsa illuminazione generalmente hanno una tonalità più chiara e un VLT più elevato (trasmissione della luce visibile), mentre le lenti che sono migliori nel caso di forte luce solare hanno generalmente una tinta più scura e un VLT più Basso.

Sulla maggior parte della montatura la lente può essere cambiata facilmente una seconda del tipo di situazione: considerando, sempre che hai una disposizione un buon budget o sei uno sciatore appassionato, avere una lente diversa per ogni condizione meteorologica ti permette di fissare un tuo agio mentre scii senza alcun problema.

 

Cosa sono le lenti fotocromatiche?

Un’altra soluzione per adattare la lente degli occhiali alle condizioni  climatiche  diverse (può accadere che nella stessa giornata il tempo sia variabile) è quella di avere una lente fotocromatica. Le lenti fotocromatiche diventano più chiare quando c’è meno luce e più scure quando la luce è più intensa: si regola automaticamente in base alle condizioni meteorologiche.

La maggior parte delle lenti fotocromatiche fornite però una tonalità grigia o marrone e di perdere alcuni dei vantaggi specifici che altri colori possono osare.

 

Quando si usano le lenti polarizzate?

Le lenti polarizzate sono molto efficaci nel ridurre l’abbagliamento presenti dalla neve poiché bloccano la luce polarizzata orizzontalmente. Gran parte della luce che rimbalza su  neve  e ghiaccio è polarizzata orizzontalmente, e quindi il riverbero della neve è in gran parte ridotto.

Tieni però presente che le lenti polarizzate possono rendere più difficile vedere le ultime di ghiaccio in  montagna , magari mentre pratichi lo  scialpinismo. E alla fine della giornata, quando ci sono un sacco di ombre intorno, la tinta generalmente più scura e la polarizzazione della lente possono rendere più difficile scorgere i dossi della pista.

 

I rivestimenti riflettenti sono realmente utili?

Molti occhiali hanno un rivestimento riflettente all’esterno della lente che crea un effetto specchiato. Questo tipo di obiettivo è generalmente adatto per le giornate soleggiate in quanto lo strato riflettente riduce l’abbagliamento dalla neve. Il colore di questo effetto specchio non è necessariamente il colore della tinta della lente, poiché il rivestimento applicato sulla lente esterna funziona in modo diverso rispetto al colore del materiale di cui è composto.

 

Hanno tutte la protezione UV?

Sì, praticamente tutti gli occhiali da sci attuali ti proteggono al 100% dai raggi UV. In questo modo ti assicurano che i raggi UVA, UVB e UVC dannosi non raggiungano i tuoi occhi, con il rischio di danneggiarli.

 

Posso indossare il porto gli occhiali da vista?

La domanda è classica: puoi portare la  maschera da snowboard con occhiali ? Per le persone che normalmente usano gli occhiali da vista, ci sono  maschera da snowboard laureata  o fornita di clip ottiche, in modo da poter evitare di portare gli occhiali da sci sopra gli occhiali da vista.

Se questo è fuori dal tuo budget o preferisci avere i tuoi occhiali puoi trovare comunque modelli di occhiali da sci che hanno abbastanza spazio nella montatura da indossare entrambi.

 

La maschera da snowboard si appanna facilmente?

Molti occhiali sono regolati con rivestimento anti appannamento all’interno della lente, che tengono loro appannarsi così facilmente. Ciò non vuol dire che non si appannino mai, significa solo che saranno più resistenti a questa spiacevole fenomeno.

Quando si scia o si fa snowboard è molto importante vedere dove si va, per questo evitare di appannare gli occhiali. Ecco alcuni suggerimenti per evitare che gli occhiali ti appannino. Innanzitutto, continua a muoverti! Il movimento crea il flusso d’aria negli occhiali, evitando che le lenti si appannino.

Se i tuoi occhiali sono sporchi di neve, scorrevoli di dosso l’eccesso ma non usano le mani passandole sulle lenti perché potrebbero usare la pellicola protettiva.

Tieni le prese d’aria libere dalla neve ed evita di mettere gli occhiali sulla tua testa perché il calore del tuo corpo li appannare più velocemente. Se i tuoi occhiali diventano umidi, asciugali prima della prossima discesa.

Dovresti cercare di evitare l’interno degli occhiali, poiché rischi di rimuovere il rivestimento. Se è necessario pulire l’interno degli occhiali, è meglio tamponarli con un panno privo di lanugine e non pulirli … con i  guanti da sci!

 

Tutte hanno il rivestimento antigraffio?

La plastica in policarbonato o Trivex con cui sono presenti le lenti è molto efficace per assorbire gli impatti, ma la maggior parte delle lenti ha un rivestimento antigraffio aggiunto per proteggerle.

 

Anche la cinghia fa la differenza?

La cinghia è la fascia elastica da indossare sulla testa che, fissandosi sulla nuca o sul  casco da sci , fa sì che gli occhiali non ti cadano. Questa parte non varia tanto quanto possono altre parti degli occhiali, ma può comunque avere un certo peso nella vestibilità generale.

Alcuni modelli di occhiali sono dotati di fermagli sul cinturino in modo che il passante possa essere aperto, se necessario, e tirato per stringerlo meglio sulla testa. In ogni caso essendo elastica, il più delle volte questa regolazione non serve perché già il produttore ne avrà calcolato la base dei riferimenti anatomici di misure standard. Alcune cinghie hanno anche aree gommose all’interno per evitare che scivolino sulla superficie liscia del casco.

 

4 consigli per indossarla in modo comodo

Prima di acquistare una maschera da snowboard o qualunque paia di occhiali da sci devi provarli, anche insieme al casco. Ecco cosa fare se non hai mai indossato un paio di occhiali e non li senti calzare esattamente nel modo giusto.

 

1. Allenta la cinghia

Se spingi sul ponte del naso o leggermente sopra le vie respiratorie del naso, prova ad allentare leggermente la cinghia o prova una maschera diversa con le sezioni più ampie. Se questo non funziona, dovresti trovare una maschera con un ponte più grande.

È possibile trovare sul mercato alcuni modelli con sezioni del naso regolabili, ideali per coloro che avvertono una pressione eccessiva sul naso.

Allo stesso modo, se vuoi troppa pressione sulle tempie, devi provare ad allentare la cinghia e vedere se questo allevia la tensione. Altrimenti, provare provare un paio più largo di occhiali.

 

2. Regola il cinturino a lato

Poniamo un altro caso abituale: hai deciso che hai bisogno di un casco e degli occhiali nuovi e hai trovato quello che pensi sia la maschera perfetta, tuttavia una volta indossato il casco ti rendi conto che non è ciò che fa per te. Prova allora a regolare la cinghia che si trova sul lato.

A volte c’è del silicone o della gomma sul cinturino della maschera che si aggancia quando viene tirato in posizione. Una volta che il cinturino è stato regolato, assicurato che non ci sia un enorme spazio tra la parte superiore della maschera e il bordo inferiore del casco.

Talvolta basta assicurare che il casco sia nella giusta posizione, quindi non troppo lontano o non troppo indietro, e anche che sia della misura corretta.

 

3. Controlla la larghezza della montatura

I tuoi occhiali da vista che indossi non si adattano perfettamente alla maschera da snowboard? Innanzitutto controlla la larghezza del telaio sul braccio degli occhiali e assicurati che si adatta all’apertura della maschera e che non sono troppo larghi.

Se senti che gli occhiali vengono spinti sul tuo viso, prova a cercare un modello di maschera più grande che abbia maggiore profondità.

 

4. Verifica la larghezza della fascia

Se ti viene il mal di testa nell’indossare gli occhiali, controlla la larghezza della fascia. Se è di dimensioni troppo piccole, scegli una banda più spessa che si adatta meglio alla testa. Una cinghia sottile diventerà troppa pressione sulla testa e potrebbe essere la causa dei tuoi disturbi.

Una banda più ampia distribuirà la pressione su uno spazio più ampio e non causerà generalmente problemi.

 

Come averne cura sulle piste

Durante le discese con gli sci o lo snowboard, soprattutto se stai imparando, puoi farlo una caduta che entrerà nella neve nella maschera. In questo caso è importante scuotere quanto più neve possibile dalla maschera ed evitare di toccare l’interno della lente.

Togli più neve possibile semplicemente scuotendo la maschera e poi alla prima occasione utilizza sempre il panno per lenti in dotazione, per evitare di graffiare e rimuovere il rivestimento anti-appannamento.

 

Una volta a casa, asciugala

Una volta che arrivi a casa dopo essere stato sulle piste tutto il giorno, è molto importante che la tua maschera sia completamente asciutta. Quindi togli tutte le parti che puoi staccare e lasciare su un piano di appoggio ad asciugare. Non esporli mai alla luce diretta del sole.

Assicurati di non posizionare la maschera con le lenti verso il basso, un contatto con la superficie dell’appoggio, per evitare di graffiarle. È bene appoggiarli sul lato in schiuma con la lente rivolta verso l’alto.

 

Dove Riporla?

È molto importante riporre gli occhiali in uno spazio affrescato, quindi non in garage o in cantina se sono troppo umidi. Scegli invece un armadio di casa.

Una volta che hai pulito la maschera correttamente, avvolgila in un panno in microfibra (evita tassativamente i sacchetti di plastica) o mettili nella custodia in dotazione.