I 10 Migliori Affilacoltelli Elettrici e Manuali per Lame Sempre Perfette

Il miglior affilacoltelli viene utilizzato in cucina per fare il filo alle lame. Ogni coltello da chef deve infatti tagliare bene e senza fatica qualunque alimento: per disossare la carne, tagliare le verdure, affettare salumi, formaggi e arrosti…

Un coltello con una buona lama affilata si rivela utile anche in determinate situazioni all’aria aperta come al campeggio, in barca o durante un’escursione.

Qual è il miglior affilacoltelli?

Affilacoltelli elettrico o manuale? Sul mercato vi sono talmente tanti modelli che può essere difficile scegliere quello più adatto alle proprie esigenze. In questa guida, prendiamo in esame alcuni dei dispositivi più richiesti nella vendita online.

E grazie alle recensioni, alle opinioni degli utenti e ai test pubblicati in rete è molto più semplice identificare le caratteristiche di ogni tipo.

Affilacoltelli elettrici

I modelli elettrici essendo molto compatti, trovano facilmente posto sul piano della cucina. Sono veloci, comodi da usare e consentono di ottenere la stessa precisione dei dispositivi manuali. Esteticamente, si presentano come una sorta di scatola con uno slot in cui inserire il coltello. Il loro utilizzo è molto semplice: è sufficiente posizionare la lama lungo le apposite guide e il resto viene da sé.

Il loro prezzo è superiore rispetto a quello dei modelli manuali, ma il tempo e l’energia che si risparmia vale decisamente l’investimento. Quella che segue è un’accurata selezione dei 3 migliori affilacoltelli elettrici proposti sul mercato.

1. Lion Sabatier 002080 Affilacoltelli elettrico

Il migliore per: minima produzione di trucioli metallici

Questo affilacoltelli elettrico è dotato di due mole, ciascuna con due fessure che permettono di molare entrambi i lati del coltello con la giusta inclinazione, ed è comodo da usare sia per utenti destri che mancini.

Le mole di affilatura sono composte da uno zaffiro ultra-duro che consente di ottenere i migliori risultati.

La molatura avviene in due stadi: il primo agisce sulla lama, il secondo rifinisce il filo per garantire non solo che sia tagliente, ma che abbia anche un bordo liscio.

2. Ribitech Affilacoltelli elettrico

Il migliore per: utilizzo universale

Grazie alle sue dimensioni particolarmente ridotte (misura solo 16 x 6,5 x 6,5 cm), questo piccolo affilacoltelli può essere comodamente riposto in un cassetto della cucina, sempre pronto per l’uso.

È progettato con tre slot: uno per i coltelli più grandi, uno per quelli più piccoli, il terzo per le forbici di casa. Un efficiente motore con una potenza di 40 W è in grado di offrire un’ottima resa.

È inoltre dotato di una mola elettrica professionale e di una presa europea.

3. Graef CC 80 Affilacoltelli

Il migliore per: praticità d’uso


Questo apparecchio è dotato di un motore da 45 W che assicura elevate prestazioni: tale potenza permette un lavoro particolarmente rapido ed efficace a ogni passaggio.

È dotato di due posizioni di lavoro differenti. La prima serve a sgrossare ed affilare: è l’operazione che sfrutta pienamente la potenza del motore elettrico. La seconda (non motorizzata) consente di ottenere la rifinitura di fino.

Il dispositivo è compatto ma non ingombrante, trova facilmente posto ovunque in cucina, sempre a portata di mano.

 

Affilacoltelli manuali

Sono ideali per ottenere un risultato molto accurato, anche se il loro utilizzo richiede una certa abilità tecnica. In linea di massima hanno un costo contenuto e si possono portare praticamente ovunque.

Sul mercato se ne trovano essenzialmente di tre tipi: le pietre affilatrici, le bacchette e le pietre affilatrici in acciaio. Le pietre sono state utilizzate come strumento di affilatura fin dai tempi antichi. Quelle naturali sono disponibili a grana fine, media e ruvida.

Cuochi, come pure i cacciatori e i campeggiatori che hanno una cura particolare dei loro coltelli, sanno bene che la perfezione del taglio passa attraverso gli affilacoltelli manuali.

Qui di seguito è proposta una selezione dei 4 migliori affilacoltelli manuali.

4. AnySharp Affilacoltelli

Il migliore per: lame seghettate

Progettato con una comoda impugnatura brevettata, è dotato di base a ventosa PowerGrip che si fissa saldamente a qualsiasi superficie o piano di lavoro liscio, anche in verticale (sulle piastrelle della cucina o su un lato del frigorifero).

Una volta che l’apparecchio viene posizionato, si può effettuare il lavoro di affilatura in modo sicuro, utilizzando una sola mano. Con questo modello si affilano tutti i tipi di coltelli, anche quelli con lame seghettate e in acciaio temprato.

Il coltello si posiziona nella fessura di affilatura con angolazione perfetta preimpostata a 20 gradi. Grazie all’esclusiva tecnologia al carburo di tungsteno, prolunga la vita della lama rimuovendo già al primo passaggio il metallo in eccesso.

5. Victorinox Rubicut Affilacoltelli

Il migliore per: ruote ad alte prestazioni

Questo strmento è facile da usare. Dotato di ruote in ceramica, contribuisce a dare nitidezza di precisione a tutti i coltelli a lama rettilinea.

Il suo corpo in plastica offre una presa sicura e confortevole durante l’uso. Molto compatto, si ripone facilmente in poco spazio.

6. E-Prance 60110001-it

Il migliore per: affilare coltelli in ceramica

Questo dispositivo è realizzato con componenti di alta qualità, robusti e solidi, che ne assicurano la massima durata nel tempo.

È adatto per affilare con cura la maggior parte dei coltelli (da cucina, da campeggio, da tasca, da caccia), in modo specifico per i modelli con lame dritte. La sua particolarità è di avere uno slot specifico per affilare lame in ceramica.

Il manico in plastica ABS garantisce una presa salda e comoda che si adatta al palmo della mano, senza il rischio di farlo scivolare; inoltre il senso di affilatura, che si ottiene solo nella direzione di portare la mano indietro, ne garantisce la sicurezza d’uso.

7. AnySharp Global Silver Affilacoltelli

Il migliore per: sicurezza


Bastano tre o quattro passate delle lame in questo affilacoltelli al carburo di tungsteno per far riacquistare la loro affilatura originale, il tutto in modo rapido ed efficace ma soprattutto in sicurezza.

La base dell’apparecchiatura è dotata di una grande ventosa che consente il fissaggio sicuro su qualsiasi superficie, anche in posizione verticale.

Il movimento di affilatura, facendo scorrere il coltello solo all’indietro e senza pressione, evita il pericolo di farsi male e l’apparecchio può essere utilizzato anche dalle persone meno esperte.

 

 

Affilacoltelli tascabili

Chi è amante del campeggio, di escursionismo all’aria aperta o semplicemente è cacciatore o pescatore sa che possedere un coltello da sopravvivenza che non taglia non è il massimo della vita: tagliare un ramo secco per fare della legna e sfrondarlo dei rami in eccesso può essere impegnativo se fatto a mani nude.

Certo non tutti viviamo situazioni da documentario TV sulla sopravvivenza o dobbiamo cavarcela a cacciare per mangiare o a prepararci un giaciglio per dormire, ma quando andiamo per i boschi gli usi che si fa di un coltello da sopravvivenza tascabile sono numerosi. Non poterne disporre perché la lama non taglia ci potrebbe creare grande difficoltà in molte circostanze.

Non è nemmeno pensabile di portare con sé un pesante e ingombrante affilacoltelli, ma averne uno tascabile sempre a portata di mano può essere di estrema utilità. Ecco perché è importante scegliere uno dei 3 migliori affilacoltelli tascabili.

8. Lansky Sharpeners 3143

Il migliore per: praticità d’uso


Con questo piccolo strumento è proprio come avere un kit professionale da mettere in tasca o nello zaino.

L’operazione di affilatura viene fatta in due differenti stadi, passando la lama nelle due sezioni a “V”: si passa la lama in una mola di metallo duro in tungsteno per riallineare i bordi e in una barra in ceramica per rifinire il filo sulla lama.

Dispone anche di una lima diamantata per sgrossare e di piastra in ceramica per affinare, specie da usare con lame seghettate.


9. Fiskars Xsharp 120740

Il migliore per: utensili da giardino

Si tratta di un modello tascabile, versatile, molto piccolo e leggero: misura infatti solo 9 x 4 x 23,5 cm e ha un peso di soli 90 grammi. Una volta riposto nella sua custodia, può essere quindi trasportato ovunque in sicurezza.

È un affilalame 2 in 1, studiato per ripristinare con efficienza non solo la lama di tutti i tipi di coltelli, ma anche quella degli utensili e degli attrezzi da giardino, come asce e falcetti. Sono sufficienti poche passate e la lama ormai esausta torna in perfetto stato.

10. Victorinox 43323

Il migliore per: prezzo interessante

Questo piccolo strumento per affilare coltelli a foggia di penna può essere riposto comodamente in qualunque taschino. Fornito di un pratico astuccio, è anche molto sicuro da portare in giro.

Tra i suoi vantaggi vanno menzionati l’estrema maneggevolezza, la facilità di utilizzo e il prezzo particolarmente contenuto.

Il suo impiego è duplice: la parte lunga in pietra e ceramica a grana molto fine consente una prima sgrossatura e la parte a V permette la rifinitura.

Che cosa provoca l’usura della lama?

La lama di qualunque coltello con il trascorrere del tempo si consuma e perde il filo. Diventa meno efficiente ed efficace, richiede maggior sforzo e più pressione del braccio: da un lato si può danneggiare la struttura più autentica degli alimenti o la presentazione di una fetta, dall’altro si può rischiare di farsi male se il gesto non è controllato.

Le lame si consumano coltelli-da-cacciasemplicemente usandole. Qualunque operazione di taglio fatta con la lama per intero, o di disosso e sbucciatura fatta con la punta, porta a usura dell’acciaio. Ciò significa minore efficienza e un lavoro meno accurato, magari con maggior spreco di cibo.

Si dice che le lame perdono il filo – per questo si parla di affilatura – perché sono sottoposte a un continuo stress contro superfici che, al contrario, oppongono la loro resistenza per l’attrito tra un corpo e l’altro.

Ci sono diversi fattori che accelerano il processo di usura delle lame, per esempio tagliare frutta e verdura acidi come il limone e il pomodoro, sminuzzare pezzi di carne ancora congelata o triturare ghiaccio, incidere sull’osso della carne quando la si spolpa; senza contare, poi, che spesso utilizziamo i coltelli per usi impropri, come per aprire le lattine o addirittura per allentare le viti.

E che dire, poi, della brillantezza della lama? Giorno dopo giorno si opacizza, a causa di lavaggi a temperatura troppo elevata o con detergenti chimici aggressivi.

Affilacoltelli manuale o elettrico?

Pur se lo scopo dell’affilatura è il medesimo, questi accessori si distinguono in due grandi categorie: gli affilacoltelli manuali e gli affilacoltelli elettrici.

I primi sono per lo più utilizzati dai professionisti: per ottenere i migliori risultati richiedono infatti una buona abilità e una conoscenza della tecnica che i più hanno perso. Dato che questa operazione incide meno pesantemente sulla lama più essere eseguita più spesso durante le normali operazioni d’uso per mantenere sempre efficiente la lama.

I secondi sono invece indicati per tutti coloro che non hanno il tempo necessario da dedicare a tutte quelle delicate operazioni che consentono di mantenere la strumentazione sempre nella massima efficienza.

Come si usa l’affilacoltelli?

Gli affilacoltelli consentono come-affilare-coltellidi ottenere ottimi risultati, a condizione che siano utilizzati in modo corretto. Bisogna tenere conto che il procedimento di affilatura avviene in tre fasi.

La prima fase consiste, appunto, nell’affilatura. Per far ciò è necessario utilizzare una pietra abrasiva più dura rispetto al materiale della lama. Strofinandola lungo la lama, toglie le particelle di metallo ormai “logore”, parificando la linea di taglio se la lama si presenta molto usurata.

In questa fase l’utensile va posizionato a un’angolatura di circa 20 gradi, a garanzia di un risultato durevole. Se è necessario per evitare surriscaldamenti delle pietra e della lama conviene far scorrere un filo d’acqua fredda.

Si passa poi alla levigatura, ossia la lavorazione del profilo attraverso l’acciaino. È necessario mettere il profilo del coltello contro il lato superiore dell’acciaino a 20 gradi d’angolazione, strofinando avanti e indietro con una leggera pressione. Questa operazione va ripetuta su entrambi i lati.

L’ultima fase si chiama rifinitura. È il tocco finale destinato a rendere la lama affilata e consiste nel lucidare il coltello su una ruota girevole. E il gioco è fatto!