Le 7 Migliori Sigarette Elettroniche per Smettere Quando Vuoi Tu

Sei un fumatore alla ricerca di qualcosa di meno nocivo o vuoi addirittura smettere? Prova la migliore sigaretta elettronica.

Questo piccolo dispositivo sta diventando sempre più popolare come alternativa delle classiche sigarette, dei sigari e della pipa.

Qual è la migliore sigaretta elettronica?

Un approccio rilassato e un pizzico di curiosità sono gli ingredienti per iniziare con il passo giusto.

Non bisogna dimenticare, però, che vi sono pareri discordanti sull’efficacia di questo prodotto. Meglio quindi documentarsi un po’ prima di effettuare l’acquisto.

Qui di seguito ti presentiamo quelle che, secondo noi, sono le migliori proposte delle marche specializzate in questo settore, in un’ampia fascia di prezzo, inclusa quella più economica.

1. Sigaretta Elettronica Justfog Starter Kit

La migliore per: resa aromatica

Prodotto ultra compatto e tascabile dalle dimensioni simili a una penna, molto leggero con i suoi soli 60 grammi. È dotato di una batteria integrata da 900mah ricaricabile tramite cavetto micro-usb (incluso nella confezione). L’atomizzatore garantisce una notevole resa aromatica grazie alle testine realizzate in puro cotone organico. La capienza dell’atomizzatore realizzato in vetro pyrex è di 1,9 ml. Prodotto senza nicotina.

2. Sigaretta elettronica Conpush 80W VAPE

La migliore per:  basso consumo energetico

Dotato di chip intelligente, rende  equilibrato l’alta qualità e il basso consumo energetico. La batteria da 1500 mAh ha una magnitudine elettrica molto potente  e migliora significativamente il tempo di utilizzo. È possibile utilizzare diverse opzioni per caricare con il cavo USB.

Con uno schermo LCD ad alta definizione da 0,91 pollici e un design semplice dell’interfaccia utente, è facile controllare le condizioni dell’intera macchina. Il dispositivo ha due modalità, una di alimentazione e l’altra di temperatura, che si possono cambiare liberamente

3. Sigaretta elettronica Lovaper

La migliore per: kit completo

Il kit offre tutto ciò che serve per accostarsi al mondo delle sigarette elettroniche: una batteria da 2200 mAh, un atomizzatore, una resistenza extra, un caricabatterie con uscita micro usb, due bocchini e le istruzioni.

La batteria da 2200 mAh garantisce una notevole autonomia.

4. Sigaretta elettronica Joyetech eGO Aio

La migliore per: dispositivi di sicurezza

È un apparecchio che si rivela particolarmente indicato quando in casa ci sono dei bambini. Il tappo dell’atomizzatore è infatti progettato con un esclusivo sistema di sicurezza che, per poter essere aperto, deve essere sboccato dalle mani di un adulto.

La sigaretta è inoltre sviluppata con un’innovativa tecnologia a prova di perdite. La sua batteria ha una capacità di 1500 mAh.

5. Sigaretta elettronica Wolfteeth GS Ego II

La migliore per: autonomia

La potente batteria 2200mAh consente un utilizzo per diversi giorni senza bisogno di ricarica. Molto leggera, si caratterizza per le sue dimensioni contenute e può essere così facilmente riposta in una tasca.

6. Sigaretta elettronica Smok Stick Prince

La migliore per: portatile e leggera

No products found.

Ha una batteria agli ioni di litio 3000mAh all’interno di una struttura compatta. Si ricarica tramite porta micro usb nella parte inferiore. Il serbatoio ha una capacità  di 2 ml, fornito con due bobine V12-P-Tank M4 0,17ohm quadruple, una preinstallata. La sua altezza è di 8,5 cm, il diametro è di 2,45 cm e pesa solo 88,5 grammi.

7. Sigaretta elettronica Eleaf Istick Pico 

La migliore per: prestazioni 

Alimentato da un’unica batteria intercambiabile, questo piccolo dispositivo è abbastanza potente da spingere un massimo di 85W e passare tra le varie modalità di funzionamento. Due pulsanti di regolazione della potenza sono a fianco sul fondo dell’unità mentre un display OLED da 0,91 pollici mostra le necessarie impostazioni di vapore.

Com’è fatta una sigaretta elettronica?

Una sigaretta elettronicamigliore-sigaretta-elettronica (detta comunemente e-cig) è progettata per simulare il fumo della sigaretta e l’atto respiratorio. A differenza di quella di tipo tradizionale, non contiene tabacco e non provoca combustione.

Si compone di tre parti principali: una batteria al litio per ricaricare e alimentare la sigaretta, un atomizzatore che riscalda e produce vapore, e una cartuccia che contiene un apposito liquido (noto anche con il termine di e-juice). Tale liquido, una volta riscaldato, evapora.

L’e-juice, a base di glicole propilenico e/o glicerina vegetale, può contenere nicotina in una quantità massima del 4,8 percento, oppure non contenerne affatto. È proposto in molteplici gusti, che spaziano dal tabacco alla cola, dalla camomilla al cioccolato, solo per citarne alcuni.

Chi “dà un tiro” respira quindi l’e-juice sotto forma vapore molto denso, simile al fumo. Alcuni ritengono questa esperienza migliore della classica sigaretta, in quanto è più aromatica. Il tutto senza il danno derivato dall’assunzione di catrame e di altri additivi.

Realizzata con la classica forma tondeggiante, viene a volte proposta con una foggia ovale, da alcuni preferita per il suo look intrigante.

 

Sigaretta elettronica nuova abitudine?

Passare alla sigaretta elettronica comporta un cambiamento nelle proprie abitudini. È necessaria, quindi, un po’ di organizzazione.

Ad esempio, mentre le classiche sigarette possono essere acquistate ovunque e in qualunque momento, il fatto di dimenticare a casa la batteria di ricambio o un contenitore del liquido può far piombare nello sconforto. Il rischio, è quello di fare dietro-front e ricominciare a fumare come prima.

Bisogna invece dimenticare le vecchie abitudini. Dopo qualche tempo, i nuovi gesti entrano così a far parte della consuetudine. Diviene naturale riempire il serbatoio e cambiare la batteria prima di uscire di casa, o lasciare in ufficio tutto l’occorrente per non rimanerne mai senza.