Le Migliori Morse da Banco Mantengono Saldo Ogni Pezzo

La migliore morsa da banco è un utensile molto utile per i lavori di manutenzione. E Uno Strumento INDISPENSABILE per il professionista  falegname  e  meccanico ed e ideale Anche per Tutti Gli Amanti del fai da te  e del  bricolage .

Con questo strumento  si può facilmente assolvere al compito di tenere saldi i pezzi affinché si possa procedere a segare, forare, levigare, lucidare, saldare, filettare, fresare, incollare e molto altro ancora. Nel frattempo si hanno entrambe le mani libere per impugnare gli attrezzi necessari al compimento di quel lavoro, in modo sicuro.

Quali sono le migliori morse da banco?

Una buona morsa da banco deve avere una struttura  massiccia  o essere fatta di elementi pesanti, tali che garantiscano abbastanza forza di tenuta rispetto a quella che si contrappone lavorando sul pezzo. Per ancorarla al banco di lavoro servono dei morsetti di  fissaggio  a vite. Oppure, avendo a disposizione una posizione stabile dove poterla collocarle, la si può anche imbullonare con viti e dadi ben serrati.

Vi sono due principali tipi di morse da banco: quelle destinate alla lavorazione del legno e quelle per la meccanica. I modelli che si trovano sul mercato sono quanto di più vario si può immaginare in fatto di caratteristiche, prestazioni e prezzo.

La vendita online fornisce una panoramica completa degli utensili di marca e di qualità, da quelli di tipo economico per l’hobbista saltuario a quelli più costosi e sofisticati destinati a un utilizzo semi-professionale e professionale.

Acquistare una morsa da banco nel web significa anche conoscere l’opinione degli altri utenti, confrontare le prestazioni e, naturalmente, ottenere il prezzo più basso.

Le 6 Migliori Morse da Banco

1. Stanley FatMax 1-83-066

La migliore per: rapporto qualità prezzo

Progettato per un uso intenso, questa morsa da banco ha un corpo in ghisa, cromato e anticorrosione. Molto pratica la sua base girevole, che ne favorisce un utilizzo comodo e versatile. Le sue caratteristiche costruttive regolate: profondità di 85 millimetri, apertura di 100 millimetri e pressione di serraggio pari a 1400 chilogrammi.

2. NRG Clever BV100B Morsa da banco

La migliore per: lavori di precisione e stabilità

Si tratta di una morsa professionale, inclinabile con goniometro a 90 ° da 4 ”/ 100 mm. Costruita in resistente acciaio pesante, è ideale da abbinare ai supporti per trapani a colonna e fresatrice. 105 mm e la scala graduata con innesti ogni 15 ° oppure con regolazione manuale.

3. Irwin 4935505 Morsa da Banco

La migliore per: applicazioni pesanti con incudine e base rotante

Questa morsa presenta un design robusto e rigido ed è stata realizzata con una combinazione di ferro grigio granulare e acciaio temprato di alta qualità. Presenta inoltre una maniglia in acciaio fuso che si piega prima che la morsa possa essere sovraccaricata e una filettatura in acme laminata a due principi che può aprire completamente le ganasce nel minimo di avvolgimento.

Si tratta di uno strumento ideale per tutti gli appassionati di fai da te o professionisti che richiedono una computazione multiuso con forza di serraggio superiore, la sicurezza d’uso e la costruzione robusta. La base girevole fornisce una rotazione di 360 gradi. Il sistema di arresto di sicurezza registrato la separazione della slitta dal corpo

4. Morsa multipla Dremel 2500Ja

La migliore per: comfort di lavoro

Questa morsa da banco offre 360 ​​° di rotazione e 50 ° di inclinazione, per consentire di lavorare sempre dall’angolazione più comoda. Le ganasce possono essere utilizzate con disposizioni base oppure possono essere staccate: in questo modo si utilizzano come morsetto a barra separata.

L’autotrazione blocca gli oggetti di grandi dimensioni e protegge dai danneggiamenti gli oggetti delicati. Resiste alla torsione e alla curvatura, per la massima stabilità.

5. Stanley STA183069 Morsa a Base Multiangolo

La migliore per: regolazioni illimitate

È una morsa a base multiangolo che fornisce un numero pressoché infinito di regolazioni. Il suo corpo è in acciaio e le ganasce rimovibili sono in gomma, per evitare ogni rischio di danneggiamento della superficie del pezzo in lavorazione.

Progettata con base girevole, ha una profondità di 40 millimetri e un’apertura di 70 millimetri, mentre la pressione di serraggio è pari a 25 chilogrammi. Le sue dimensioni sono pari a 22,3 x 20,5 x 8,7 cm e il peso è di 2,6 chilogrammi.

6. Zerone Morsa da Banco

La migliore per: design a doppia direzione

Il corpo della morsa è realizzato in ghisa resistente per elevata durezza e durata. Grazie al particolare design a doppia direzione, il pezzo può essere chiuso e traslato in due modi diversi, lateralmente o longitudinalmente, per eseguire lavori con più precisione e senza dover riposizionarlo continuamente.

Viene usata per lavori con la fresatrice, il trapano e la manutenzione di macchinari. Le ganasce della morsa hanno una maggiore forza per garantire una maggiore forza di serraggio.

Dove posizionare la morsa da banco?

Le morse per legno sono integrate generalmente nel banco di lavoro Migliore-morsa-da-bancoda falegname, pertanto la loro struttura è ugualmente in legno: le uniche parti in metallo sono la vite e la leva di bloccaggio. Le morse per metallo sono fissate al banco con viti o morsetti.

Nel caso in cui sia scelto un modello piccolo e compatto che non deve sostenere un grande sforzo, non c’è necessità di fissaggio permanente. Dal punto di vista strutturale, poi, alcune possono  ruotare  e inclinarsi, in modo da poter lavorare sul pezzo ad  angolazioni  diverse.

Come si utilizza la morsa da banco?

Quando si lavora con la morsa si deve assumere una posizione agevole e stabile , adottare una postura inadeguata. Innanzitutto bisogna fissare ben piantati su un piede più avanti dell’altro in modo da garantirsi stabilità stabilità. Per serrare il pezzo conviene spesso servirsi delle mordacchie per evitare che un bloccaggio troppo forte porti a una deformazione.

Se ben manutauta e mantenuta pulita la morsa garantisce una vita quasi eterna, non richiede molta  manutenzione . È solo importante tenerla pulita utilizzando l’aria compressa per rimuovere i residui di trucioli sulla vite.
Periodicamente si deve provvedere ad oliare le slitte e ingrassare le viti.

Tipi di morse da banco?

Le morse da baco differiscono tra loro per la destinazione d’uso e la tecnica costruttiva. Qui di seguito riportiamo una breve descrizione delle tipologie più comuni.

  • Morse da banco per legno

Il morse per la lavorazione del legno è prestano a tenere fermi pezzi che devono essere scolpiti, piallati, segati e raspati con l’apposito lime, oppure sagomati e perforati con il trapano. Se integra nel banco di lavoro per nome falso hanno le ganasce in legno in modo da non segnare il pezzo che viene serrato.

Altrimenti si usa morse da banco simili a quelle per meccanica, con l’accortezza di usare delle mordacchie, cioè profili in metallo più tenero o altri pezzi di legno da posizionare sulle ganasce prime di serrarle, per evitare che stringano troppo .

  • Morse da banco per meccanica

I morse per i lavori meccanici sono più spesso in ghisa, materiale ferroso pesante che garantisce stabilità. Non sono integrati nel piano di lavoro ma vengono integrati o bloccati al banco con altri collegamenti e ventose (posizionati su un banco da lavoro metallico).

L’importante è che sono stabili e ben piantati perché ovviamente non si devono muovere quando si lavora, nemmeno se si deve svitare qualcosa di particolarmente duro e si fanno azioni di torsione ).

Nonostante alcune operazioni con il ferro sono particolarmente gravose e si esercita molta forza per eseguirle Inoltre dobbiamo essere resistenti e non deformabili alla battuta se si deve martellare il pezzo.

  • Altri tipi di morse da banco

Tra i vari modelli disponibili, oltre ai due principali per le lavorazioni del legno e del ferro, si possono citare: il morse parallelo del banco o del tavolo, usato in ghisa con le ganasce in acciaio temperato e zigrinato che si aprono restando parallelamente l’una all’altra; le morse parallele per macchina che hanno profilo ribassato; le morse articolate, caratterizzate da ganasce che si aprono formando un angolo; le morse a collo d’oca, anche dette disassate; le morse a seni, da usare quando serve una grande precisione angolare.

Struttura della morsa da banco?

Il principio meccanico di una morsa è molto semplice: una parte è fissata al banco da lavoro, l’altra si manovra generalmente in avanti o indietro lungo una  vite filettata  su cui è montata, agendo sulla leva di serraggio a manubrio scorrevole. La vite aziona una ganascia mobile che si serra su quella fissa bloccato il pezzo che si deve lavorare.

Per particolari tipi di lavoro, con materiale che non deve essere contrassegnato dalla presa delle ganasce, che sono normalmente zigrinati per garantire una presa migliore, stabilito da sopra le ganasce delle lamine di metallo dolce chiamate mordacchie, di solito in metalli teneri come il rame, l’alluminio e il piombo.

Dimensioni della morsa da banco?

Le  dimensioni  sono variabili e ciascuno può scegliere il modello e il tipo a lui più confacente, ma di una certa dimensione e peso maggiore stabilità.

Si va da quelle morsette piccole impiegate nel campo della  meccanica di precisione  come per l’orologeria e l’elettronica, quelle più grandi per fabbro . Queste ultime esigenze anche di una “gamba” che poggia una terra per sostenere i lavori di ribattuta a martello.

Gli standard dimensionali delle morse sono in ogni caso unificati dalle normative  Uni 5271 e Uni 5272 , mentre la filettatura della vite di manovra è in generale di tipo Acme.