Le 6 Migliori Mannaie da Macellaio per la Tua Cucina

Quando parliamo della migliore mannaia da macellaio da macellaio da usare in cucina, dobbiamo considerare innanzitutto il tipo di operazione da compiere quando ci troviamo davanti a un taglio di carne da preparare prima di cuocerlo.

In funzione del pezzo di carne che abbiamo acquistato (se è ancora in parte con osso o è già un muscolo pronto per fare bistecche), abbiamo necessità di utilizzare coltelli diversi. In fondo ci serve solo capire la differenza tra un coltello e l’altro e infine ci accorgeremmo che stiamo parlando di 3 o 4 coltelli soltanto.

Per spaccare carne e ossa ti serve una mannaia professionale, quel grosso coltello solitamente rettangolare che probabilmente vedi più frequentemente nei film dell’orrore. Ha una lama molto pesante e spessa che si restringe a un bordo tagliente. Viene principalmente utilizzata per spaccare o “tagliare” carne e ossa.

Le Migliori Mannaie da Macellaio

Qual è la migliore mannaia da macellaio?

Sul mercato si trovano coltelli di qualità anche con garanzia a vita ma anche tanti prodotti di scarsa manifattura come mannaie cinesi. A scanso di equivoci se vi affidate a prodotti di marca magari pagherete un prezzo più alto ma siete più sicuri di trovare una lama di qualità e di acquistare un coltello che corrisponderà alle vostre attese.

Un modo sicuramente più economico di fare acquisti è di rivolgersi ai canali di vendita online, dove troverete anche articoli a basso prezzo insieme alle recensioni e all’opinione di coloro che utilizzano abitualmente i diversi modelli. Si consiglia vivamente di leggere i vari commenti per farsi un’idea più chiara prima di acquistare un prodotto che potrebbe non soddisfarvi.

1. Dr. Richter Edizione Giant Mannaia XXL

La migliore per: rompere le ossa più consistenti grazie all’elevato peso

Questa mannaia è appositamente progettata per il taglio di carni con osso. Grazie al suo elevato peso è possibile lavorare senza sforzo anche in caso di compiti pesanti. La lama è in acciaio inossidabile di alta qualità, lunga 25,5 cm e con spessore di 3,5 mm.

Il manico è in legno pregiato Merbau e permette una presa comoda ed efficace. Il peso notevole equilibra il taglio rendendolo facile nell’uso. Se non si dispone di un ceppo può essere appeso per un uso immediato quando serve. Molto robusto e ben assemblato con il manico.

2. Sky Light Coltello Mannaia per Carne

La migliore per: compiti polifunzionali

Ha una superficie grande per tagliare verdura e frutta ma soprattutto è ideale per il taglio della carne con osso per fare braciole dal carré. La lama è realizzata in acciaio inossidabile DIN 1.4116 ad alto tenore di carbonio, con durezza che lo fa resistere all’usura. Il bordo è ultra tagliente per rendere il taglio più semplice e agevole. L’impugnatura in ABS superiore consente una presa sicura, ergonomica ed antiscivolo.

3. Dalstrong Coltello da Macellaio Mannaia Gladiator Series “The Devastator”

La migliore per: utilizzabile come un coltello per affettare

Questo coltello è forgiato con precisione da un unico pezzo di acciaio tedesco Thyssen Krupp di alta qualità importato e ad alto contenuto di carbonio, garantendo un bordo estremamente nitido con un’eccellente resistenza all’usura e alle macchie. Con un ventre sporgente dal design unico, la geometria della lama rende facile disossare, tagliuzzare, dondolare e spaccare ossa di carne di manzo, pollame, maiale e altri animali.

Il peso di 700 grammi e lo spessore della lama da 4 mm rendono facili anche le operazioni che richiedono più forza, senza perdere di precisione quando servono tagli e incisioni ultrasottili con il minimo sforzo. La lama è affilata a mano a 16-18 gradi per lato in modo da consentire un uso ambidestro. Anche il manico è progettato con cura ed è più grande e spesso degli altri coltelli della stessa serie per massimizzare il peso e l’equilibrio.

4. Ausonia Mannaretta Cm 16

La migliore per: uso ottimale in cucina

Questa mannaretta è lunga 16 cm, ha uno spessore della lama da 4,5 mm e pesa 550 grammi. Rappresenta un utile coltello da cucina per il taglio di braciole da carré e costate. Rende veloce e pratico anche il taglio delle ossa che richiede precisione con un colpo solo della mano.

Nella linea classica con il manico in legno di palissandro, si ritrova tutta la tradizione produttiva Ausonia, accompagnata dall’affidabilità garantita delle lame in acciaio inox speciale AISI 420 al cromo molibdeno vanadio e ad alto contenuto di carbonio.

Il manico rivettato non è solo estetico ma è disegnato per garantire un’ottima presa senza affaticare la mano. Ogni coltello viene fornito con l’apposito blister di protezione

5. Shan Zu Coltello Da Macellaio Acciaio Inox

La migliore per: elevata robustezza

Questo coltello è realizzato in acciaio inossidabile 1,4116 ad alto tenore di carbonio proveniente dalla Germania, il materiale duro di questo acciaio è circa HRC55 maggiore del normale acciaio. L’angolo della lama è di 21° ± 1 per lato, mentre un normale coltello da chef è di 15° ± 1.

Quindi il coltello può non essere affilato come quello per affettare (attenzione però che il filo è ugualmente tagliente), ma ha una lama dura più adatta per tagliare le ossa. Il manico in legno è assemblato direttamente sul corpo in acciaio e rivettato saldamente da entrambi i lati rendendolo integrale. La lama lunga 17,8 cm ha uno spessore di 3 mm. Viene fornito con un astuccio a chiusura magnetica

6. Sanelli Premana Professional Coltello Cinese

La migliore per: doppia olivatura

Sulla lama di questo coltello rigido è presente una doppia olivatura. La lama ha una lunghezza di 22 centimetri, è realizzata in acciaio inossidabile ed è molto affilata: basta una piccola pressione per tagliare senza alcuna fatica ogni tipo di pietanza. L’utilizzo in stile orientale favorisce il taglio e la mondatura di verdura e frutta. Il coltello è prodotto in Italia.

Uso dei diversi coltelli in cucina?

Mentre una mannaia è necessaria per i ristoranti che preparano la carne, solitamente non è considerata uno strumento essenziale per la cucina di casa, se ti approvvigioni solo di tagli già pronti. Però può essere utile se hai comprato un carré con osso intero e ci vuoi ricavare delle costate dal manzo o delle braciole dal suino.

Se hai da disossare una coscia di maiale, un lombata di manzo o preparare dei tagli di pollo da un animale intero, ti serve avere un coltello da disossare. Questo coltello composto da una lama sottile, un po’ flessibile e curva che misura da 12 a 18 cm di lunghezza, è progettato per entrare in piccoli spazi per distaccare la carne dalle ossa. Le lame più compatte saranno più efficaci per i tagli di manzo, mentre una lama più flessibile sarà più adatta per i tagli di pollo. Una versione estremamente flessibile denominata coltello a filetto è ideale per spinare i pesci delicati.

Per tagliare a fettine semplicemente della carne già sezionata e senz’osso ti serve un coltello adatto al taglio, con lama affilata che possa penetrare nel muscolo senza sfilacciarlo e per questo potresti orientarti a un coltello a scimitarra che ha una lama migliorata con una punta ricurva. Un coltello a scimitarra è in grado di tagliare le bistecche, rimuovere le pellicine e i nervi.

Scegliere la mannaia da macellaio?

Il miglior materiale per un coltello da macellaio è tipicamente l’acciaiomigliore mannaia da macellaio al carbonio. Questo ti dà il vantaggio di avere il bordo più tagliente e sarai in grado di tagliare la carne in modo più efficace. Quando arriva il momento di rimuovere le cartilagini, l’acciaio al carbonio resisterà anche alle situazioni più difficili.

Gli acciai ad alto tenore di carbonio sono identificati con la sigla VG-10: questo tipo di acciaio presenta un’eccellente ritenzione dei bordi; è noto per essere resistente, affilato e resistente alle macchie. La maggior parte degli chef del mondo lo preferiscono. D’altra parte, gli acciai 440C e 420HC sono noti per essere antimacchia e antiruggine. Tuttavia, 440C è più robusto di 420HC.

Dovrai anche cercare un coltello da macellaio che sia forgiato e non stampato. Un coltello stampato è stato pressato insieme a diversi strati per ottenere lo spessore. Un coltello forgiato ha una lama più spessa e più pesante dei coltelli stampati. In genere sono meglio bilanciati e robusti, ma potrebbero anche essere più costosi.

È possibile riconoscere un coltello forgiato da un coltello stampato quando trovi una protezione (una guardia per le dita) tra la maniglia e il tallone. Un sostegno, che è progettato solo per coltelli forgiati: aiuta a bilanciare il coltello e impedisce alla mano di scivolare sulla lama.

Caratteristiche della mannaia da macellaio?

Ecco alcune caratteristiche da considerare al momento dell’acquisto di una mannaia da macellaio.

Comfort

Il primo attributo che dovresti cercare in un buon coltello da macellaio è la comodità e la maneggevolezza. Devi trovare un modello che assicuri una presa confortevole per favorire un controllo facile di ogni operazione di taglio. La lama e il manico devono essere bilanciati in modo da non richiede di esercitare troppa forza sull’impugnatura.

Antiscivolo

Cerca un coltello da macellaio che abbia una buona impugnatura, con cui non corri il rischio di far scivolare le dita sulla lama. I manici in plastica sono progettati per essere antiscivolo.

Antiruggine

Se vuoi che la tua lama resista alla ruggine e alla corrosione, potrebbe essere meglio cercare lame in acciaio al carbonio.

Ritenzione dei bordi alti

La ritenzione del bordo indica per quanto tempo la lama può rimanere affilata nonostante sia soggetta a usura a lungo termine. Le lame che sono fatte di acciaio ad alto tenore di carbonio si prestano a mantenere una lunga conservazione dei bordi. A volte, la lama può essere garantita per una migliore tenuta del bordo se presenta un’elevata resistenza all’usura e flessibilità.

Struttura

Una buona mannaia da macellaio dovrebbe essere rigida. Tuttavia una leggera flessibilità non danneggerà la carne e la rimuoverà in modo più efficiente dall’osso. Una leggera flessibilità può impedire alla lama di rompersi o scheggiarsi facilmente, ma una lama facilmente piegata può causare lesioni. Se sei un principiante, può essere difficile controllare una lama flessibile, quindi una lama dura è la soluzione migliore.

Multiuso

Può essere utile se un coltello di questo tipo tagli non solo carne ma anche verdura e frutta. Questa capacità multifunzione migliora la versatilità di un coltello da macellaio.

Come si usa la mannaia da macellaio?

Una mannaia da macellaio non deve essere usata per tagliare ossa molto grandi o spesse. Per questa operazione c’è la sega per ossa. È bene ricordare, inoltre, che tagliare con frequenza le ossa può compromettere la durata della lama.

Dopo ogni utilizzo, occorre lavare il coltello a mano con acqua calda e sapone per piatti. Non dovrebbe mai essere messo in lavastoviglie. Il detersivo per lavastoviglie è molto abrasivo e, insieme ai colpi di frusta che avvengono durante il ciclo di lavaggio, può contribuire a rovinare la lama.

Per evitare segni e macchie il coltello va asciugato con un panno morbido, non lasciare asciugare il coltello all’aria.
Basta poco per rovinare il filo della lama e una cosa che non si dovrebbe fare è raschiare la lama sul tagliere per liberare spazio. Se hai l’abitudine di compiere questo gesto, una soluzione più semplice è quella di capovolgere il coltello sul dorso così non rovinerete il filo della lama.

Mantieni il tuo coltello in ottime condizioni usando le corrette procedure di manutenzione. Dopo ogni utilizzo, custodiscilo in un fodero e non gettarlo semplicemente nel cassetto degli utensili: durerà più a lungo.

Affilare la mannaia da macellaio?

Anche l’affilatura è un fattore importante. Se mantieni il coltello affilato in modo costante, usando un affilacoltelli, ridurrai il tempo di preparazione necessario. Inoltre, la punta dovrebbe essere leggermente curva in modo da poter tagliare più facilmente la carne e separarla dalle ossa.

Impugnatura della mannaia da macellaio?

Puoi scegliere tra diversi tipi di manici per coltelli, come legno, acciaio inossidabile e plastica. Sebbene i coltelli da macellaio con manico in legno siano comodi e belli (anche esteticamente con tripla rivettatura), potrebbero non essere robusti come altri tipi. Inoltre il legno non è più ammesso tra i materiali per l’impiego alimentare perché può intrappolare i batteri. Gli stessi ispettori sanitari nei sopralluoghi nei ristoranti potrebbero sanzionarli.

Un’impugnatura in acciaio inossidabile è robusta, meglio bilanciata e facile da pulire. Tuttavia, non offre una presa molto ergonomica e può scivolare tra le mani quando è bagnata.

Oggi le impugnature in plastica sono il tipo più utilizzato. Sono facili da pulire, leggere e comode. Tuttavia, possono rompersi quando passano da temperature estreme di caldo e freddo o dopo alcuni mesi di utilizzo.