Proteggi la Salute del Tuo Bebè con i 5 Migliori Sterilizzatori per Biberon

L’utilizzo del miglior sterilizzatore per biberon garantisce una protezione totale al tuo bambino.

I neonati hanno un sistema immunitario molto debole e sono particolarmente soggetti alle malattie. È quindi importante eliminare germi e batteri da tutto ciò che usano e che mettono in bocca, inclusi i giochi.

Se il vostro bambino è alimentato con latte artificiale o è già in svezzamento, la via più comune di infezione è di solito quello che mangiano. Ecco perché è importante pulire e sterilizzare con cura il biberon e tutti gli accessori che vengono impiegati per la pappa.

I migliori sterilizzatori per biberon

Qual è il miglior sterilizzatore per biberon?

Molte sono le apparecchiature disponibili attualmente sul mercato, con prestazioni e caratteristiche differenti.

Se vuoi trovare il modello adatto alle tue esigenze di igiene, continuate a leggere qui. Te ne proponiamo cinque, tutti cliccatissimi nella vendita online.

 

#1 Chicco SterilNatural 2in1 Sterilizzatore Biberon 

Il migliore per: struttura modulare

È possibile scegliere tra due diverse configurazioni (full size e compact) per regolare le dimensioni dell’apparecchio in base al tipo e al numero di oggetti che si desidera inserire.

Sterilizza in soli cinque minuti e si spegne automaticamente dopo un’ora. E se il coperchio non viene aperto, gli oggetti si mantengono disinfettati per 24 ore. Elimina il 99,9% dei germi domestici nocivi.

 

#2 Chicco Sterilizzatore Biberon 

Il migliore per: adatto al microonde

Molto compatto, questo apparecchio si inserisce con facilità in ogni tipologia di forno a microonde. Sterilizza in soli tre minuti a 1200 Watt e, se non si apre il coperchio, gli oggetti rimangono disinfettati per 24 ore.

È anche molto facile e comodo da usare: è sufficiente versare 200 millilitri d’acqua nella sua base e inserire gli oggetti che si desidera sterilizzare.

 

#3 Philips Avent Sterilizzatore per biberon 

Il migliore per: 3 in 1

Realizzato con materiali senza Bpa, è progettato per i biberon sia a collo stretto che ampio, oltre che per diversi tipi di tiralatte e accessori. Offre tre differenti funzioni: dimensioni piccole per succhietti; dimensioni medie per tiralatte, piatti, coltelli e forchette; dimensioni grandi per sei biberon.

Al termine della sterilizzazione il dispositivo si spegne automaticamente garantendo la massima sicurezza e il minimo consumo energetico. La confezione contiene anche una pinza igienica.

 

#4 Hartig + Helling Sterilizzatore biberon 

Il migliore per: rapporto qualità e prezzo

Proposto a un prezzo interessante, accoglie nella sua confezione lo sterilizzatore con cestello, pinza per biberon e coperchio. Può contenere fino a sei biberon e relativi accessori.

Consente anche di ottimizzare l’impiego di energia, abbattendo i consumi: ha una potenza assorbita di soli 500 Watt e sterilizza in circa undici minuti. È progettato con interruttore on/off, termostato e scomparto porta-cavo.

 

#5 Nuk Sterilizzatore Vario Express 

Il migliore per: sterilizzazione rapida

Rapido e sicuro sistema di sterilizzazione per biberon e accessori: sterilizza in soli 6 minuti fino a 6 biberon e i suoi accessori, eliminando fino al 99.9% dei batteri.

Dal design moderno ed ergonomico, favorisce un utilizzo flessibile grazie al contenitore interno rimovibile.

 

Perché utilizzare lo sterilizzatore biberon?

La sterilizzazione degli oggetti si può realizzare con diverse metodologie a caldo. miglior-sterilizzatore-per-biberonÈ vero che è possibile disinfettare gli oggetti a freddo con l’impiego di appositi prodotti sciolti in acqua, ma resta poi il problema di eliminare i loro residui e di effettuare una corretta asciugatura.

Il vecchio metodo della nonna prevede di far bollire l’acqua e di lasciare a contatto bottiglie di vetro, biberon e tettarelle per almeno 15 minuti. Ma utilizzando uno sterilizzatore elettrico a vapore il risultato è più sicuro e meno empirico.

Lo sterilizzatore rientra quindi a tutti gli effetti nel normale corredo del bebè. Senza contare che un apparecchio di questo tipo si presta ad altre applicazioni, ad esempio come scalda biberon o come strumento per sterilizzare gli aerosol.

 

Come funziona lo sterilizzatore biberon?

L’apparecchio è progettato per sanitizzare biberon, ciucci e tettarelle senza bisogno di aggiungere alcuna sostanza chimica, solo con il vapore che viene generato ad alta temperatura.

Il sistema funziona a circuito chiuso, lo si imposta, lo si attiva e poi fa tutto da solo, spegnendosi in automatico. Una volta ultimata questa operazione, si possono estrarre gli oggetti sterilizzati con apposite pinze o lasciarli nell’apparecchio fino all’utilizzo.

Alcuni modelli sfruttano un metodo indiretto, utilizzando il forno a microonde come fonte di energia per produrre vapore.

 

Sicurezza con lo sterilizzatore biberon?

Poiché lo scopo dello sterilizzatore è di raggiungere la sterilità è importante assicurarsi che l’aria presente venga rimossa (un po’ come accade con la pentola a pressione).

L’aria calda infatti non raggiunge la sterilità se non ad altissime temperature e per tempi molto lunghi. Ci vogliono 160°C e 2 ore per sterilizzare l’aria, quando con il vapore si raggiunge la stessa sterilità in 3 minuti alla temperatura di 134°C e 2 bar o di 15 minuti a 121°C e 1 bar.

Perciò se rimangono sacche o bolle d’aria, di fatto impediscono l’effettivo contatto del vapore ad alta temperatura con gli oggetti da trattare. Per questo gli apparecchi sono dotati di appositi dispositivi per eliminare l’aria nella camera di sterilizzazione.

 

Che cosa significa sterilizzare?

La sterilizzazione è un processo che igienizza qualsiasi tipologia di oggetto mediante il vapore: sfrutta la capacità del vapore e dell’alta temperatura per eliminare i batteri.

I vari processi distruggono i microrganismi provocando l’alterazione letale di alcune loro componenti essenziali; in particolare la sterilizzazione determina la denaturazione delle proteine e degli acidi nucleici e la degradazione di componenti della membrana e parete cellulare.

 

Quando è importante sterilizzare?

Potremmo dire che questo processo andrebbe utilizzato ogni volta possibile, per ciascun tipo di oggetto che viene toccato e messo in bocca dal bebè.

Un bambino nei primi mesi di vita ha bisogno di particolari attenzioni perché il suo sistema immunitario non è ancora completamente attivo. L’allattamento al seno è il miglior modo per trasferirgli le difese immunitarie, perché il latte materno contiene tantissimi anticorpi.

In caso di allattamento artificiale, occorre provvedere alle difese necessarie al nostro bimbo, evitando che entri a contatto con oggetti potenzialmente contaminati. È a questo punto che entra in gioco la sterilizzazione.

Perciò accessori e contenitori che vengono usati per la sua alimentazione, come biberon, tettarelle e tiralatte, devono essere correttamente sterilizzati prima di ogni utilizzo.

Questo importante accorgimento andrebbe applicato a tutti gli oggetti che vengono portati alla bocca, primi fra tutti i giochi e le posate per la pappa.