I 7 Migliori Spiralizzatori per Verdure Più Creative

Nato in Giappone, il miglior spiralizzatore è un dispositivo affilato come un rasoio che consente di creare strisce sottili di verdure. Se siete alla ricerca di un’alternativa agli spaghetti tradizionali o semplicemente desiderate inserire più verdure nella vostra dieta, gli spiralizzatori sono i migliori strumenti per tagliare la frutta e gli ortaggi in modo decisamente più creativo.

Conosciuto anche con il nome di affettaverdure a spirale, lo spiralizzatore consente di realizzare degli insoliti spaghetti a base completamente vegetale (zucchine, carote, patate, rape…), da condire poi con i propri sughi preferiti. Si può utilizzare per tagliare frutta e ortaggi a strisce, a dadini, a rondelle e sotto forma di spirali.

Qual è il miglior spiralizzatore?

Con uno spiralizzatore diviene molto più divertente consumare le verdure. Il dispositivo è anche un ottimo escamotage per farne mangiare di più ai bambini. Ideale per chiunque segua una dieta vegetariana, vegana, senza glutine o ipocalorica, questo strumento consente di tagliare gli ortaggi in simpatiche spirali o strisce.

Queste ultime vengono poi utilizzate per creare attraenti insalate o per decorare ogni piatto, oppure si possono cucinare a piacere. Per scoprire qual è il tagliaverdure a spirale più adatto alle vostre specifiche esigenze, vi invitiamo a leggere questa breve guida all’acquisto.

1. Imetec SP 100 Spiralizer Elettrico

Il migliore per: comodità d’uso

Imetec Spiralizer SP100 è il tagliaverdure elettrico per affettare la verdura a forma di spaghetti (larghezza 3 mm), tagliatelle (larghezza 5 mm) e pappardelle (larghezza variabile a seconda del tipo di verdura) grazie ai tre accessori intercambiabili con i diversi tipi di lame.

Trasforma in pochi secondi tanti tipi di verdura (zucchine, carote, patate, cetrioli, barbabietole, rape) in spirali vegetali, per rendere sfiziose le insalate o per decorare i piatti in modo creativo. Pensato per chi segue una dieta ipocalorica, per vegetariani, vegani e crudisti e per chi vuole aumentare il consumo di verdura quotidiano.

Compatto e facile da utilizzare, ha un sistema di sicurezza: si aziona solo quando tutti le parti dello spiralizer sono correttamente montate. Le lame in acciaio inox assicurano tagli veloci e il contenitore da 500 ml consente di preparare verdura a spirale in grande quantità. Tutti i componenti sono facilmente smontabili e lavabili in lavastoviglie.

2. Sedhoom spiralizzatore/Affettatrice di verdure verticale con 4 lame

Il migliore per: dotazione di 4 lame per tagli differenziati

Tagliaverdure e spiralizzatrice a manovella facile da utilizzare con il minimo sforzo, permette di tagliare a spirale le verdure in 4 diversi formati per spessore e tipo di taglio. Il tutto raccogliendolo in un versatile contenitore: non serve che tu metta un piatto con il rischio che le verdure ti vadano dappertutto poi sul tavolo.

La pulizia è semplice perché l’affettaverdure è staccabile e le parti smontate si possono tutti lavare in lavastoviglie.
Lo spiralizzatore di verdure dispone di una ventosa collocata sul fondo per fissarlo meglio e renderne più comodo e facile l’uso.

3. SureSlice Spiral Slicer 01

Il migliore per: protezione delle dita

Si tiene comodamente in mano e include una protezione per le dita a garanzia della massima sicurezza. Elegante e molto compatto, viene fornito con una spazzola di pulizia, uno sbucciatore di ceramica, un manuale di istruzioni e un ebook con ricette facili per preparare molti piatti in modo creativo. È in plastica priva di BPA e si lava in lavastoviglie. La sua garanzia è a vita.

4. Gefu Spirelli GF13460

Il migliore per: design

Ha un originale design “a clessidra”, che dona un tocco di originalità in più a ogni preparazione. Le spirali da 2 x 3 a 3,5 x 5 mm sono l’ideale per creare tegami di verdure e per decorare.

La combinazione di plastica robusta e di acciaio inox permette di pulire con facilità l’utensile sotto l’acqua corrente. È dotato dello speciale coltello giapponese Solid.

5. ReggioProducts Affetta Verdure Professionale Multifunzione

Il migliore per: pratico salvamani

Questo modello multifunzione grattugia e spiralizza le verdure ed è sicuro da utilizzare nonostante le tre lame affilare siano pericolose, grazie all’impugnatura salvadita da appoggio da apporre sulla verdura per evitare incidenti. È particolarmente pratico grazie al contenitore che raccoglie le verdure tagliate.

La pulizia è facile da fare, rimuovendo completamente i 5 pezzi di cui è composto; lo si può inoltre lavare comodamente in lavastoviglie. Da oggi con pochi semplici gesti l’affetta verdure taglia e affila le tue verdure grazie a 3 mole per tagliarle a piaciomento.

6. Paderno Spiralizer affettaverdure

Il migliore per: fissaggio antiscivolo

Le sue ventose antiscivolo garantiscono una perfetta stabilità sul piano di lavoro. È progettato con tre lame in acciaio inossidabile facilmente intercambiabili e posizionate in comodi inserti: lama Slicer per affettare, lama Shredder per il taglio a julienne e per ottenere spaghetti o noodle, lama Chipper per creare riccioli o anelli. Facile da pulire, si lava anche sotto l’acqua corrente.

7. Westmark Spiromat tagliaverdure

Il migliore per: compattezza

Fin dal primo sguardo cattura l’attenzione per la sua struttura particolarmente compatta: il suo corpo in materiale plastico accoglie gli alloggiamenti per le tre lame fornite in dotazione, consentendo così di averle sempre a portata di mano.

Compatto (misura 29 x 24 x 15,5 centimetri) è molto semplice da utilizzare e lavare. I componenti sono in colore bianco, antracite e rosso.

Che cos’è uno spiralizzatore?

Gli affetta ortaggi a spirale sono speciali strumenti per affettare alimenti, in particolare le verdure. Sono un must in ogni cucina, perfetti per preparare piatti moderni, facili e salutari in una semplice mossa: permette infatti di tagliare frutta e verdura a forma di spirale, creando infinite combinazioni di piatti.

Potrai stupire gli amici a cena con ricette originali e fuori dall’ordinario. Puoi creare piatti a base di verdura, gustosi e scenografici, in grado di invogliare anche i tuoi bambini a divorarli, il tutto in maniera semplice e veloce. La caratteristica che li contraddistingue è proprio quella di essere piccoli, pratici e maneggevoli. Sono comodi anche per chi vuole portarli in vacanza.

Come scegliere lo spiralizzatore?

Potresti essere sorpreso dal numero di marche che si posizionano sul mercato e hanno iniziato a produrre la loro affettatrice a spirale. La buona notizia è che hai molte opzioni, ma significa anche che devi impiegare un po’ più di tempo per valutare le caratteristiche dei vari modelli.

Per capire qual è l’opzione migliore per te, puoi documentarti nel web, leggendo le recensioni degli utenti che utilizzano abitualmente questo versatile strumento. Navigando in internet trovi anche tanti tutorial che ti possono essere utili per comprendere meglio il funzionamento dell’apparecchio che ti interessa di più.


Tipi di siralizzatore?

In commercio si possono trovare tre differenti tipi di spiralizzatori: palmari, verticali a manovella e orizzontali a manovella. In tutti i casi è importante che la verdura e la frutta abbiano una buona consistenza.

  • Palmare

Il modello palmare è concepito per un utilizzo occasionale, oppure è ideale se si dispone di una cucina piccola o comunque con poco spazio. Il loro utilizzo ricorda molto quello di un temperamatite: si inserisce la verdura nell’apposito alloggiamento e la si gira.

Gli spiralizzatori palmari sono la soluzione più economica, richiedono un po’ di olio di gomito ma fanno bene il loro lavoro e sono abbastanza piccoli da poter essere facilmente riposti in un cassetto della cucina.

  • Verticali a  manovella

I tipi a manovella sono invece concepiti per un utilizzo frequente (più volte alla settimana): tagliano rapidamente e in modo efficace ogni tipo di verdura. Più grandi del tipo palmare, occupano uno spazio maggiore sul piano della cucina o in un armadio.

Gli spiralizzatori a manovella sono generalmente stabili, dal momento che sono dotati di ventose che li fanno aderire al piano di appoggio. Sono inoltre consigliati in caso di problemi di mobilità della mano, dal momento che non richiedono una particolare mobilità e sono molto semplici da utilizzare: basta girare la manovella.

  • Orizzontali a manovella

Gli apparecchi da banco si distinguono anche per la modalità e la configurazione del taglio. Sul mercato trovi sia spirali a tenuta orizzontale, sia spirali a tenuta verticale.

Le spirali a tenuta orizzontale sono grado di gestire verdure di diametro molto più grande rispetto ai dispositivi manuali. Tuttavia, la maggior parte mantiene il vegetale in posizione con un piccolo anello di metallo, che taglia un nucleo delle dimensioni di una matita dal centro mentre si gira il meccanismo, un po’ dispendioso, soprattutto per le verdure più strette.

A cosa serve uno spiralizzatore?

Un’affettatrice a spirale per vegetali taglia le verdure come fili lunghi e stretti come la pasta. Invece di carote a cubetti per un’insalata, puoi ridurle a spirale in lunghi cavatappi per guarnire e gustare deliziose insalate.

I gambi di broccoli possono essere sbucciati e trasformati in aromi freschi per i primi piatti. Le tagliatelle di zucchini possono essere rapidamente preparate con un po’ di olio d’oliva extravergine e un po’ di limone in un contorno di fibre a basso contenuto di carboidrati.

Perché acquistare uno spiralizzatore?

Le verdure tagliate a spirale possono essere un’aggiunta gustosa e divertente alle insalate. Se stai cercando un’alternativa ai tradizionali spaghetti a base di grano come pasta o ramen o semplicemente vuoi assumere più verdure nella tua dieta, gli spiralizzatori sono i migliori strumenti per trasformare le verdure in noodles.

Se il glutine o i carboidrati sono una preoccupazione, prova un vegetale tagliato a spirale per espandere i tuoi gusti e rendere la preparazione del cibo un po’ più piacevole!

Come sono fatti gli spiralizzatori manuali?

Zucchini

Gli affetta frutta portatili o manuali sono facili da gestire e da lavare. Ti servirà un po’ più di olio di gomito per creare le lunghe fette di verdura necessarie per preparare il piatto. Hanno una piastra di presa dell’ortaggio ricoperta di piccoli aghi, mentre sul dorso di questa piastra è presente una maniglia o un pomolo per facilitare la torsione.

A seconda delle dimensioni del tuo ortaggio, puoi maneggiarlo manualmente fino a quando diventa troppo piccolo per tenerlo vicino alle lame. Lo puoi utilizzare con verdure di 3 cm o più di diametro fino a 15 cm di lunghezza.

Mangiare più verdura con lo spiralizzatore?

Puoi aumentare la quantità di verdure nella tua dieta sostituendo alcune o tutte le tagliatelle o gli spaghetti in un piatto con spaghetti vegetariani.

Se stai cucinando per stupire, le affettatrici a spirale ti permettono di realizzare decorazioni uniche e fantasiose. Molti genitori affermano che le forme divertenti prodotte dagli spiralizzatori incoraggiano i loro figli a mangiare più verdure.

Apporto di fibre con lo spiralizzatore?

Quando aumentiamo la quantità di vegetali nella vostra dieta i benefici per la salute sono immensi. Tra questi vi sono un maggior apporto di fibre vegetali, che aiutano a ridurre il colesterolo nel sangue e quindi possono abbassare il rischio di cardiopatie.

Contribuiscono a dare un senso di sazietà a fronte di una minore quantità di calorie, il che favorisce la generale perdita di peso e il mantenimento di una buona salute fisica.

Principi nutritivi con lo spiralizzatore?

Questo dispositivo consente anche di aumentare l’apporto di principi nutritivi: detto in parole semplici, i vegetali contengono tonnellate di vitamine e di elementi preziosi per il nostro benessere. Le vitamine A e C aiutano rispettivamente a mantenere sana la vostra pelle e forte il vostro sistema immunitario; il potassio e l’acido folico aiutano i muscoli a funzionare e il corpo a costruire le cellule.

Nel complesso questi principi nutritivi mantengono il nostro fisico in funzione ottimale e ci fanno sentire più energici. Consumare verdure crude di ogni tipo permette anche di conservare meglio l’apporto delle vitamine.


Domande frequenti

Lo spiralizzatore occupa molto spazio?

A volte le cucine sono così “affollate” di elettrodomestici, utensili e accessori che si rivela difficile trovare un piccolo spazio per aggiungere un altro dispositivo, per quanto utile possa essere. Nessuno vuole aggiungere confusione a questo spazio, quindi è importante che tu consideri attentamente dove vuoi riporre il tuo spiralizzatore quando non è in uso.

Se non si dispone di uno spazio adeguato ma si vuole comunque acquistare uno spiralizzatore occorre cercare uno strumento a spirale di dimensioni più ridotte, come un tipo portatile. Per i modelli da tavolo che sono un po’ più grandi, occorre prestare attenzione anche alle parti smontate che possono essere più facilmente gestite rispetto a macchine monopezzo.

Lo spiralizzatore è facile da usare?

Questa è una delle principali differenze tra gli spiralizzatori disponibili. Gli spiralizzatori da banco sono in gran parte considerati più facili da usare rispetto a quelli portatili, che richiedono un po’ più di forza e lavoro. Alcuni tipi di modelli da tavolo sono progettati per essere più facili da usare rispetto ad altri.

Tale aspetto è particolarmente utile se si soffre di artrite o di qualsiasi altro problema di mobilità che potrebbe rendere difficile l’uso di alcune affettatrici a spirale. Se questa è una priorità per te, leggi in che modo funzionano i diversi modelli e sfoglia le recensioni per vedere cosa dicono le persone delle loro esperienze.

Lo spiralizzatore è facile da pulire?

Come per tutti gli utensili da cucina, la creatività, la praticità e il modo spensierato nell’usarli sono sempre accompagnati dalla necessità di doverli poi pulire. E gli spiralizzatori possono essere un po’ più ostici da questo punto di vista.

Tutto si complica, inoltre, quando sono presenti un sacco di componenti, e magari devi pulire lo strumento dopo aver utilizzato delle verdure che tendono a macchiare (le barbabietole sono probabilmente il peggior vegetale a questo riguardo perché lasciano residui di succo quando vengono tagliate).

Indipendentemente dal tipo di spiralizzatori, alcuni modelli risultano più semplici da lavare rispetto ad altri. Alcuni hanno anche parti che sono lavabili in lavastoviglie, quindi scegli questi modelli se per te la facilità di pulizia rappresenta un fattore imprescindibile.

Ci sono molti scarti con lo spiralizzatore?

Se una buona parte di ogni verdura che trasformi in spaghetti a spirale viene persa perché lo spiralizzatore ne trasforma solo una parte, allora avrai meno resa di cibo rispetto a quello che hai pagato la verdura (e contribuirai al più grande problema degli sprechi alimentari che si hanno nel mondo).

Cerca un spiralizzatore che consenta di utilizzare la maggior parte del vegetale in modo da ottenere una buona resa di produzione e non buttare i soldi della tua spesa.