Cibi Croccanti e Dorati con le 7 Migliori Padelle per Friggere

La disponibilità di pentole sul mercato è molto ampia. Le padelle per friggere devono però avere alcuni requisiti precisi e possono essere di forme, materiali e misure diverse.

Scegliere la miglior pentola e padella per friggere è fondamentale per ottenere una frittura croccante, dorata e saporita. Per essere idoneo alla frittura dei vari alimenti, devono rivelarsi capienti, in grado di contenere l’olio di semi per poter immergere completamente i cibi.

Qual è la migliore padella per friggere?

In una batteria da cucina che si rispetti, le padelle e le pentole per la-Migliore-Padella-per-friggeresempre occupano da sempre un posto privilegiato.

Il forum ei blog dedicati all’argomento sono una fonte di informazione irrinunciabile per leggere le recensioni , conoscere le opinioni di chi ha dimostrato, effettuare comparazioni , sapere quali test sono stati coinvolti, avere notizie sugli ultimi modelli sul mercato

La guida all’acquisto che abbiamo preparato per voi è frutto di un’attenta selezione di prodotti di buona qualità, affidabili e di marchi affermati .

Il prezzo , naturalmente, gioca sempre un ruolo importante nella fase di scelta, per cui non manca il modello più economico . Un basso prezzo , infatti, non necessariamente è sinonimo di bassa qualità.

 

# 1 Le Creuset HA2400-30 Friggitrice antiaderente temprata

La migliore per: tutti i piani e in forno

La sua comoda maniglia di supporto fornisce di sollevare e spostare la pentola con grande facilità, senza il rischio di scottarsi.

È un modello alto, prodotto in alluminio forgiato rivestito con materiale antiaderente. Una particolarità che rende l’appuntamento semplice e pratico da pulire. Ha una dimensione di 57,2 x 31,2 x 6,4 centimetri e pesa 1,2 chilogrammi.

La sua una capacità è di 3,7 litri. Garanzia estesa.

CLICCA QUI PER OTTENERE MAGGIORI DETTAGLI SU AMAZON [/ su_button]

 

# 2 Padella per Friggere in Ferro De Buyer

La migliore per: design originale

Con il suo design originale, una metà strada tra una padella e una pentola è l’ideale per ogni tipo di alimenti.

È in acciaio inossidabile, ha un diametro di 24 centimetri ed è fornito di due manici ergonomici, che deve essere in metallo, è usato in forno. Inoltre, una volta riposta in un armadio, la pentola occupa uno spazio molto contenuto.

CLICCA QUI PER OTTENERE MAGGIORI DETTAGLI SU AMAZON [/ su_button]

 

# 3 Pentole Agnelli Lionese COFE3006PT32

La migliore per: struttura robusta ma ben bilanciata

È un modello in ferro puro al 99%, appositamente studiato per raggiungere velocemente le alte temperature evitando di scaldare eccessivamente l’olio.

Questo materiale è adatto anche alla cottura sulle piastre ad induzione. La padella ha un diametro di 32 cm e un peso specifico di 7,8 kg / dm 3 .

CLICCA QUI PER OTTENERE MAGGIORI DETTAGLI SU AMAZON [/ su_button]

 

# 4 Ballarini Cortina Granitium

La migliore per: uso intensivo

Per le sue caratteristiche di robustezza e durata, questa padella in acciaio alimentare e alto spessore è un uso quotidiano quotidiano, anche molto impegnativo.

Ha infatti un rivestimento antiaderente in granito, da quattro strati, rinforzato con particelle minerali, resistente anche agli utensili metallici.

È coperta da brevetto Thermopoint, dispositivo salva energia e si lava anche in lavastoviglie. Si presta all’impiego con tutte le fonti di calore, tranne l’induzione.

CLICCA QUI PER OTTENERE MAGGIORI DETTAGLI SU AMAZON [/ su_button]

 

# 5 Menax Padella friggitrice con cestello

La migliore per: in acciaio vetrificato

Garantisce una distribuzione del calore ideale per una cottura uniforme. È adatto a tutti i piani di cottura (a gas, elettrico, ceramica, vetro ceramica e induzione) e ha i bordi arrotondati.

Ha un diametro di 28 centimetri ed è realizzato in acciaio vetrificato antiaderente, un materiale molto resistente e di elevata qualità. Il suo peso (962 grammi) è ideale per un utilizzo intensivo e continuo. Si lava comodamente in lavastoviglie.

CLICCA QUI PER OTTENERE MAGGIORI DETTAGLI SU AMAZON [/ su_button]

 

Ballarini 35260F.24 Linea Firenze

La migliore per: manici ergonomici

È ideale per ogni tipo di pietanza, dalle verdure al pesce e alla carne. Ha manici ergonomici che favoriscono una salda presa. Il suo coperchio trasparente consente di tenere sotto controllo ogni istante della cottura e di evitare schizzi di olio bollente.

Grazie al suo pratico cestello, servono di scolare i cibi prima di portarli in tavola. Con la sua dimensione, è necessario soddisfare le esigenze di una famiglia di medie dimensioni.

CLICCA QUI PER OTTENERE MAGGIORI DETTAGLI SU AMAZON [/ su_button]

 

Accademia Mugnano Friggi Mia

La migliore per: fornitura completa

In una pratica confezione, ideale anche per essere regalata, è accolto un kit completo per realizzare una frittura a regola d’arte.

Il set è composto da una casseruola antiaderente di 24 centimetri di diametro, con due pratici manici ergonomici; un cestello in metallo; un coperchio in vetro. La pentola garantisce un elevato livello di aderenza ed è molto resistente al taglio.

CLICCA QUI PER OTTENERE MAGGIORI DETTAGLI SU AMAZON [/ su_button] 

 

Perché la padella per friggere?

Siamo tutti d’accordo: i profumi ei sapori che si sprigionano con questo tipo di cottura sono ineguagliabili. Impossibile resistere!

Il fritto piace proprio a tutti e fornisce di cucinare piatti succulenti in ogni portata, dall’antipasto al dolce: carne, pesce, verdure, frittate, frittelle, chiacchiere …

Con tre o quattro padelle scelte con cura è possibile preparare la maggior parte delle pietanze in modo più che soddisfacente, inviare libero sfogo alla propria creatività.

 

Quante padelle e pentole per friggere?

La dotazione di base include generalmente due padelle di diametro medio (una da 28 e una da 24 cm) con bordo svasato e basso, che fornisce di lontano scivolare fuori più agevolmente il contenuto, come ad esempio una frittata.

A queste si affianca una padella di grande diametro da 32 cm un bordo alto per proteggere dagli schizzi, adatte per le preparazioni dei cibi più voluminosi come il coniglio e il pollo e per alimenti da cuocere immersi nell’olio come polpette, pesci, supplì, patatine.

Può rivelarsi utile anche una padella friggitrice con cestello , proprio come quello normalmente usato nelle friggitrici elettriche. Si tratta di una pentola per patatine fritte (ma non solo!) Molto pratica e versatile.

Grazie al cestello, infatti, una cottura ultimata i cibi possono essere estratti in maniera molto più agevole, facendo lo scolare la maggior parte dell’olio in eccesso. E, senza dover acquistare uno dei costosi elettrodomestici , si ottengono risultati invidiabili.

Si può aggiungere eventualmente una pentola Wok che essendo molto svasata e con i bordi alti è adatta una porzione di grandi quantità di cibi che necessitano di essere rivoltati continuamente in poco tempo (come diverse verdure o pasta da condire). Grazie alla forma della padella, gli alimenti vengono spinti verso il centro dove il calore è più concentrato.

 

Caratteristiche delle padelle e pentole per frittura?

Il manico delle padelle riveste una funzione fondamentale. Deve essere servito lungo per potere tenere la padella con una mano senza scottarsi, mentre con l’altra si girano le pietanze.

È anche importante che sia in materiale isolante e ignifugo per garantire il massimo isolamento termico quando viene contestato, oltre naturalmente alla più totale sicurezza.

La padella più grande da 32 cm deve essere fornita di un contromanico dato che è molto pesante specie se fornita in ferro o ghisa.

 

Materiale della padella per friggere?

Riguardo i materiali, una buona pentola per friggere deve scaldarsi in fretta e in modo uniforme , deve inoltre resistere alle alte temperature cui è sottoposto il fondo di cottura, sia al contatto della fiamma che all’olio di frittura.

Le migliori pentole per friggere sono quelle in ferro perché questo materiale sopporta ottimamente le alte temperature e le anche anche in breve tempo. Altre pentole comode per friggere sono quelle in ghisa, in alluminio, in acciaio o con rivestimento in teflon e ceramica .

Friggere in padella alluminio fornisce di ottenere risultati molto soddisfacenti. Questo materiale è un ottimo conduttore ed è usato principalmente come base del contatto con la fonte di calore, generalmente associato nei doppi e tripli fondi all’acciaio.

Per via della sua leggerezza viene anche impiegato come base della padella prima del rivestimento teflonato utilizzato per le padelle antiaderenti.

Anche il friggere in pentola d’acciaio è un metodo molto diffuso, anche se il materiale dev’essere teflonato perché da solo non conduce bene il calore.

Vi sono poi le padelle per friggere in ferro. Si prestano a quasi tutti i tipi di cottura, conserva il calore, è consigliato per le fritture, per le frittate e le crêpes. Il materiale è quasi inalterabile, un patto di cimelio e asciugarlo con cura dopo l’uso. Ma attenzione, i tegami in ferro non vanno sfregati, per non danneggiare la patina protettiva che si forma col tempo e l’uso continuato in seguito alla polimerizzazione dell’olio.

Un materiale nuovo usato per la produzione di pentole e padelle per la frittura è il titanio , generalmente in forma di lega. È un buon conduttore, duro e resistente (anche un contatto con cibi acidi come le salse di pomodoro) ed è antiaderente. È però molto costoso (quasi come il rame), e non può essere utilizzato sulle piastre elettriche

 

E le padelle per friggere antiaderenti?

Un discorso particolare lo meritano le padelle antiaderenti , sempre più usato per fritture con pochi oli e grassi e molto veloci. Sono facil da pulire, non bruciano eccessivamente gli alimenti, che scivolano e non si attaccano.

Il corpo di questi modelli è generalmente realizzato in acciaio, ghisa o alluminio. Viene poi rivestito con uno strato di politetrafluoroetilene (PTFE), comunemente chiamato teflon .

È importante che questo rivestimento si mantenga sempre integro e non graffiato. Per la loro pulizia non vanno quindi utilizzare spugne abrasive o utensili in metallo. E quando si presentano segni di deterioramento vanno subito sostituiti.

Un materiale antiaderente alternativo al teflon è il rivestimento ceramico , ideale per cotture croccanti e dorate. È resistente ai graffi e alle abrasioni, non è soggetto a corrosione ed è facile da lavare.

Fra le sue caratteristiche di spicco rientra un buon diritto una soddisfacente conducibilità termica. Garantire una cottura ad altissime temperature , anche fino a 400 ° C, fornire una croccantezza irresistibile (anche se gli esperti consigliano di non eccedere mai nel livello di calore per non compromettere le proprietà nutrizionali degli alimenti).

A proposito dei materiali bisogna prendere in considerazione anche su quale tipo di piani di cottura la pentola o la padella per friggere andrà usato. Infatti oltre all’impiego di gas metano, oggi sono sempre più diffusi i piani di cottura elettrici, un’induzione e in vetro-ceramica .

E ‘importante valutare anche il peso della pentola, che di solito è indice di qualità.

 

Forno o padella per frigere?

I cibi surgelati di ultima generazione usano spesso una doppia possibilità di alimenti gli alimenti croccanti: fritti o al forno.

La scelta della metodologia è strettamente legata al risultato che si vuole ottenere, in base al proprio stile di vita. È indubbio, infatti, le patatine immerse nell’olio danno un risultato di cottura ineguagliabile dal punto di vista della croccantezza e della duratura.

D’altro canto, la cottura in forno con una pentola per friggere senza olio fornisce di limitare o addirittura eliminare l’assunzione di grassi e condimenti, per gustare cibi meno calorici e più salutari. 

Quale olio con la pentola per friggere?

Se si utilizza l’olio per friggere, è bene avere alcuni piccoli accorgimenti.

È importante innanzitutto utilizzare un olio leggero, il cui sapore non copra quello degli altri alimenti. Va considerato anche che abbia un alto punto di fumo, cioè che riesca a sopportare alte temperature per tariffa un buon fritto che non bruci l’olio .

Anche se c’è chi usa l’olio di oliva, l’ideale per la frutta è un olio di arachide .

Un ultimo consiglio è di mantenere il calore costante intorno a 180 ° perché se è più caldo si rischia di bruciare la superficie esterna del cibo, mentre se la temperatura è più bassa si ottiene un fritto fin troppo fino a molle.