Guida ai 5 Migliori Coltelli da Caccia per Attività Outdoor

Fin dall’epoca preistorica, la caccia ha sempre la preoccupazione di primaria importanza per la sopravvivenza. Il primo materiale ad essere usato è stato il legno, seguito dalla selce e, in epoche successive, dal metallo.

E anche oggi il miglior coltello da caccia è in piena evoluzione. Nuovi materiali robusti e funzionali, nuove forme ergonomiche che si adattano perfettamente alla mano, nuovi dispositivi inseriti in un uso e un trasporto sicuro …

La lama è in acciaio inossidabile, di alta qualità. Essendo di colore  grigio opaco può essere usato per esterni senza fastidiosi riflessi per gli occhi.

Il design in titanio grigio prevede la formazione della ruggine anche in ambienti molto umidi. 

Si piega con facilità e occupa poco spazio, ideale da portare in tasca o nello zaino.

 

 

# 2 Coltello da caccia lama fissa Ed Mahony Beaver Hunter

Il migliore per: lama ben affilata

Si tratta di un modello pieno tang, cioè dimenticato con un unico pezzo d’acciaio. Il suo manico si compone di due guancette di legno d’olivo, sagomate e rivettate sull’acciaio.

Fin dal subito questo elegante coltello colpisce per il suo design semplice e lineare, che trasmette un’idea di grande solidità e praticità. È organizzato con bisellatura concava, specifica per consentire la massima efficienza in tutte le operazioni che si svolgono durante la caccia.

Lo strumento ha una lunghezza complessiva di 20,5 cm, che sono suddivisi tra i 9,5 cm della lama e gli 11 cm del manico. La lama, realizzata in acciaio 440c, ha uno spessore di 4,8 mm che ne denotano una grande robustezza. Il peso del coltello, senza fodero, è di 181 grammi.

Viene fornito completo di fodero in pelle, rifinito in ogni dettaglio e dotato di passante per cintura, per porta sempre con sé nella massima praticità.

 

 

# 3 Coltello da caccia Columbia

Il migliore per: compatto

No products found.

La potente lama ricurva offre la massima efficacia di taglio. Si rivela adatto a piccoli lavori durante le attività di caccia o il campeggio.

Ha una dimensione compatta e un peso ridotto questo è fornito completo di fodero in Zytel con cordoncino.

 

 

# 4 Set Survival MFH

Il migliore per: struttura robusta

Questo kit per la sopravvivenza potrebbe forse fare un pizzico di invidia a Indiana Jones. Contiene infatti tutto, ma proprio tutto, ciò che può servire a cavarsela in una situazione di emergenza. A caccia, in barca, in campeggio, in viaggio ma anche … a casa.

Il kit include innanzitutto il coltello Survival Skinner. È progettato con una lama in acciaio 440 nero lunga 10 cm. Lo strumento, incluso il manico, ha una lunghezza totale di 21 cm.

Vi è poi un versatile coltello multifunzione dotato di 3 lamelle, anch’esso in acciaio 440 nero lunghe circa 8,5 cm. La lunghezza totale ricevuta i 20 cm.

Il set include anche una torcia led in alluminio, che funziona con 3 pile ministilo (non fornite) e un moschettone equipaggiato con un’articolata serie di accessori sempre pronti all’uso: forbicine, limetta, lama, apribottiglie, cacciavite.

 

 

# 5 Coltello Tascabile Varie HK-717

Il migliore per: prezzo interessante

Molto comodo da impugnare, si rivela un vero e proprio coltello per la sopravvivenza, e non solo. È infatti dotato di una lama di buona fattura, accuratamente affilata e robusta.

Le sue dimensioni sono regolate (misura nel complesso 38 cm).

Il coltello è dotato di un’affilata lama di 24,6 centimetri con rivestimento nero e ha il peso ideale, ad esempio, per recidere i rami con sufficiente forza. Anche il suo manico è dello stesso colore, un dettaglio estetico che conferisce all’interno dello strumento un aspetto elegante.

Nella struttura del manico è inoltre presente un dispositivo frangi-vetro, che può rivelarsi particolarmente utile nelle situazioni di emergenza.

 

 

Opinioni sui coltelli da caccia?

I migliori coltelli da caccia si rivelano degli inseparabili strumenti il-miglior-coltello-da-cacciaper tutti coloro che svolgono l’attività nel bosco. Utilizzato in ogni epoca dai cacciatori di tutto il mondo, si sono fatti tramite via apprezzare da una fascia sempre più ampia di utenti per via della loro robustezza, affidabilità e durata.

E così, con il trascorrere del tempo, i produttori di questa tipologia di coltelli hanno aggiunto svariati accorgimenti tecnici concepiti per accrescere la funzionalità rendendoli dei preziosi alleati in aggiunte occasioni.

Essendo diventato uno strumento di tipo tecnico non ci si può rivolgere ad un negozio specializzato da sprovveduti ma si deve conoscere le caratteristiche che si vuole avere e in base a quelle il coltello migliore per noi

Per questa tipologia di coltelli, il concetto di perfezione è un aspetto complesso e sfaccettato. Quello che potrebbe essere il miglior coltello da caccia per te potrebbe non rivelarsi una buona scelta per qualcun altro. Tutto dipende da come si intende utilizzare questo strumento versatile .

 

Materiale del coltello da caccia?

La qualità del materiale utilizzato per la lama è il fattore più importante per la scelta di qualsiasi coltello.

L’ acciaio inossidabile e l’acciaio al carbonio sono di gran lunga i preferiti dalla maggior parte dei produttori di coltelli. Ma quale dei due sia il più indicato per i modelli dalla caccia, resta ancora al centro di un acceso dibattito. Non mancano infatti per entrambi i pro ei contro.

L’acciaio inossidabile è costituito da più componenti come ferro, carbone, cromo e nichel. È inattaccabile dalla corrosione, ma non sempre è l’altezza delle aspettative quando si tratta di tagliare la carne. L’acciaio al carbonio è invece tagliente come un rasoio, ma è meno resistente.

 

Impugnatura del coltello da caccia?

Un altro aspetto di primaria importanza è rappresentato dall’impugnatura. Che efficacia può avere, infatti, uno strumento che si rivela scomodo da maneggiare? O non è ben bilanciato?

Un’impugnatura ben fatta deve essere mantenuta dal coltello un agio proprio nella mano: sono perciò importanti l’ergonomia e una corretta angolazione del manico. Una seconda delle circostanze deve garantire una buona presa.

Pertanto, il legno offre la massima resistenza nei coltelli di tipo tradizionale, non mancano contestazione riscontrato in materiale plastico e gomma nei modelli più avanzati.

 

Coltello da caccia fisso o serramanico?

I professionisti della vita all’aria aperta rivelano spesso una certa predilezione per i modelli a lama fissa. Sostengono infatti che questi ultimi sono molto resistenti e sono quindi l’ideale per svolgere anche questi lavori molto impegnativi e gravosi. Senza contare, che si pulisce senza problemi in tutte le parti, una garanzia della massima igiene.

In tema di sicurezza però, i coltelli da caccia a serramanico riguardano certamente la scelta vincente. E così si può portare sempre con sé, in ogni occasione, senza il rischio di farsi maschio o di arrecare il danno. Tuttavia, questi modelli si rivelano spesso difficili da pulire e, per via delle parti meccaniche di cui sono forniti, sono più soggetti alle rotture.

 

Fodero del coltello da caccia?

Per custodire le armi ei coltelli si utilizza da sempre il fodero in pelle. È di facile manutenzione e, grazie alla sua robustezza, ha una durata eterna.

Recentemente è stato introdotto sul mercato il Kydex, un materiale termoplastico che si adatta perfettamente al coltello, senza prestare un laccio aggiuntivo. Secondo alcuni esperti, però, con l’avere del tempo tende a consumare il filo della lama

 

Utilizzo del coltello a caccia?

Alla fine, però, la cosa più importante da tenere in considerazione è quella che vuole destinare il coltello: si vuole solo andare a caccia per scuoiare l’animale oppure si cerca uno strumento più versatile, che consenta anche di tagliare la legna ?

Alcune aziende stanno proponendo sul mercato alcuni coltelli da caccia sportivi equipaggiati con due tipi di zoccoli, per un multitasking.