I 6 Migliori Cavalletti Fotografici da Viaggio: Foto Sempre Nitide in Ogni Posa

Chi ama la fotografia sa bene che solo con il miglior cavalletto fotografico da viaggio si possono immortalare paesaggi e fare inquadrature perfette senza che siano sfuocate.

Scattare una foto a mano libera è sempre una bella soddisfazione e dovrebbe essere un’impresa abbastanza facile con gli ultimi modelli di macchine fotografiche digitali.

Tuttavia non è semplice come sembra: qualche volta, in modo inspiegabile, una posa particolare che abbiamo inquadrato con cura o ricercato in modo quasi maniacale risulta un po’ mossa.

Ciò dipende dal fatto che non siamo riusciti a eliminare le micro-vibrazioni della mano, dovute per lo più alla difficoltà di eseguire lo scatto rispetto alla velocità di apertura del diaframma.

Un buon treppiedi fotografico è essenziale per ottenere foto nitide, in particolare in caso di paesaggi, flora e macro. Di fatto, elimina il mosso dovuto ai movimenti delle mani ed è un grande aiuto quando si montano teleobiettivi pesanti.

Un accessorio di questo tipo si rivela adatto anche per chi usa macchine compatte e addirittura uno smartphone, perché consente in qualsiasi circostanza di scattare foto di migliore qualità.

Qual è il miglior cavalletto fotografico da viaggio?

In fase di acquisto, è importante scegliere il modello che soddisfa le proprie esigenze in fatto di materiali e trasportabilità, anche in base alle caratteristiche delle proprie fotocamere.

Ecco un’accurata selezione dei sei migliori cavalletti fotografici da viaggio acquistabili online. Buona scelta!

1. Cavalletto fotografico Andoer Q-666

Il migliore per: flessibilità di impiego

No products found.

Da chiuso è molto compatto e misura solo 36 cm, ma può essere esteso fino a un’altezza di poco più di 1,5 m. Il suo peso è di soli 1,5 kg.

È fornito di tre manopole di regolazione con elementi di sgancio rapido, che favoriscono una certa flessibilità del corpo con corsa fluida e sicura.

I piedini gommati garantiscono un buon attrito con il suolo. È costruito in metallo, alluminio e lega di magnesio, ha testa a sfera girevole su 360° smontabile; togliendo due gambe può essere utilizzato come monopiede.

2. Cavalletto fotografico Afaith AF-Q666

Il migliore per: testa a sfera funzionale

Si presta ad essere usato sia come cavalletto da tavolo (da chiuso è alto solo 36 cm), sia come classico treppiede con estensione massima in altezza di circa 1,5 m.

Grazie alle 5 sezioni telescopiche autobloccanti, è possibile regolare con precisione l’altezza. Monta una testa a sfera, intercambiabile, con due livelle a bolla, per scatti paralleli o perpendicolari al suolo.

È costruito in alluminio e lega di magnesio verniciato nero, con inserti plastici color oro; è dotato di borsa da trasporto per il cavalletto e di custodia per la testa.

3. Cavalletto fotografico Manfrotto MKBFRA4-BH Befree

Il migliore per: stabilità


Si rivela un ottimo compagno di viaggio, molto leggero e compatto (pesa solo 1,4 kg in questa versione in alluminio), e viene fornito completo di borsa da trasporto.

Le gambe sono estensibili modulandole in 4 sezioni e grazie alle chiusure in alluminio garantiscono solidità e sicurezza. Il selettore dell’angolazione delle gambe brevettato permette di scegliere rapidamente tra due inclinazioni, per appoggiarlo stabilmente anche su terreni e basi a diversi livelli.

La fotocamera può essere posizionata a un’altezza minima di 34 cm e massima di 144 cm.

4. Cavalletto fotografico Fotopro FPH-53P Rollei

Il migliore per: peso contenuto

Semplice da montare e da livellare, permette di ottenere fotografie nitide in qualsiasi contesto outdoor.

Pesa solo 1,2 kg, può raggiungere un’altezza massima di 140 cm ed è progettato per sostenere un peso, di fotocamera e obiettivo, di 5 kg. Le gambe possono essere piegate di 180° e quando chiuso l’ingombro è di soli 32 cm.

È dotato di testa a sfera panoramica (Fotopro FPH+53P) e di piastra per la fotocamera a sgancio rapido.  Si può trasportare nella pratica borsa inclusa nella confezione.

5. Cavalletto fotografico K&F Concept KF-TC2534

Il migliore per: qualità costruttiva

È un treppiede professionale, fatto della lega di alluminio e magnesio, con il sistema del bloccaggio a clip in plastica di ingegneria.

Molto leggero, è stabile e durevole. La testa a sfera in metallo è ideale per la panoramica. La colonna ribaltabile e le gambe pieghevoli fino a 180 gradi soddisfano le esigenze degli scatti da ogni angolo!

6. Cavalletto fotografico AmazonBasics

Il migliore per: versatilità

Questo treppiede leggero (pesa solo 1,36 kg) è ideale per la maggior parte delle fotocamere standard con un peso di massimo 3 kg. L’installazione è facile e veloce e la borsa inclusa ne rende facilissimo il trasporto.

Le gambe del treppiede sono telescopiche ed estensibili da 50,8 cm a 1,22 m. La livella a bolla integrata posta al di sopra delle gambe aiuta a stabilire quando la base è perfettamente orizzontale. Una seconda livella sulla piastra della fotocamera permette invece di verificare quando l’apparecchiatura è posizionata correttamente. I piedini in gomma facilitano la ricerca della posizione ideale.

CLICCA QUI PER OTTENERE MAGGIORI DETTAGLI E OFFERTE SU AMAZON

Caratteristiche cavalletto fotografico da viaggio?

Un cavalletto fotografico da viaggio miglior-cavalletto-fotografico-da-viaggiopuò essere portato sempre con sé, legato allo zaino durante un’escursione o posto all’interno di una borsa bagaglio a mano. Inoltre, rivela in genere una capacità di carico superiore a quella richiesta da una DSLR con obiettivo zoom.

Il suo utilizzo non è semplicemente quello di favorire lo scatto nelle ore serali o con poca luce con tempi di esposizione lunghi, ma anche quello di agevolare pose statiche di paesaggi e di architettura, di realizzare foto della natura in movimento e in pose macro, di immortalare un evento sportivo, in piena luce.

È preferibile optare per un modello con una testa treppiede poco ingombrante, in genere quella a sfera che è la più diffusa e già fornita in kit con il cavalletto.

Riguardo ai materiali, i cavalletti sono realizzati generalmente in alluminio e in fibra di carbonio, anche se quest’ultimo risulta essere più costoso.