Le 10 Migliori Basi di Raffreddamento Notebook: Stop al Surriscaldamento

Se il tuo portatile ultracompatto è a rischio di dispersione di calore è bene acquistare la miglior base di raffreddamento per notebook e laptop.

Portatili e notebook stanno vivendo la loro migliore stagione a scapito dei pc. Memorie e funzioni sono disponibili in formati sempre più miniaturizzati ed è possibile installarle in un portatile per aumentarne le capacità ai massimi livelli.

I portatili diventano così ogni giorno più piccoli e potenti. Tuttavia, se si riduce lo spazio interno per via dei componenti installati, si corre il rischio di un maggiore surriscaldamento, perché il calore non viene più dissipato in modo corretto.

Lo stress a cui si sottopongono i portatili se usati per ore e ore, specie d’estate o se si lavora sdraiati sul letto, può causare inconvenienti che possono danneggiare i sistemi fino a farli collassare, a volte irrimediabilmente.

In queste situazioni le ventole e le griglie di aerazione non riescono a smaltire il calore che si accumula all’interno della struttura e quando si superano determinate soglie sorgono i problemi: rallentamenti, maggiore usura dei componenti, crash improvvisi dell’hard disk, surriscaldamento delle schede video. Anche la polvere che si deposita per effetto elettrostatico sulle griglie impedisce di fatto la dispersione di calore.

 

Qual è la migliore base di raffreddamento per notebook?

Le basi di raffreddamento in commercio si differenziano per diversi sistemi di alimentazione e tecnologia progettuale, pur essendo apparecchi sostanzialmente semplici. Si possono dividere in due diversi sottogruppi.

Il primo comprende le basi di raffreddamento passivo che, si limitano a tenere il portatile sollevato, con staffe e supporti regolabili in altezza; la tastiera viene leggermente inclinata per favorire una maggiore circolazione dell’aria.

Il secondo gruppo include le basi cosiddette attive, più evolute e performanti. Sono infatti dotate di una o più ventole che favoriscono l’afflusso di aria fresca verso la base del notebook. Sono in linea di massima alimentate dal computer, al quale sono collegate tramite cavo usb.

1. Base raffreddamento notebook  Ewent EW1258 

La migliore per:  silenziosità

Questa base migliora l’efficienza di raffreddamento del notebook e proteggere i piani di appoggio dal surriscaldamento, con  materiale ABS e Alluminio per una dispersione del calore ottimale. Compatibile con tutti i Notebook da 12″ a 17″, offre alimentazione USB, 2 porte USB 2.0.

Il sistema di raffreddamento si basa su una potente e silenziosa ventola da 145 mm “Silent Fan”. Datato di piedini anti-scivolamento, è regolabile in 5 diverse inclinazioni per un comfort ideale.

2. Base raffreddamento notebook Trust Xstream Breeze

La migliore per: prezzo interessante

Leggera e piatta, la base si ripone comodamente in una borsa insieme al notebook. Le sue ventole sono autoalimentate, connettendola a una porta usb del computer (cavetto e spinotto in dotazione).

Questa base può essere utilizzata in modo versatile con qualsiasi notebook, compresi i Mac da 16 pollici. Dispone di due ventole molto potenti e silenziose, che consentono di mantenere sotto controllo il livello di temperatura del portatile.

3. Base raffreddamento notebook MVpower

La migliore per:  anti-scivolo

No products found.

Predisposto da una  maglia metallica  in grado di ridurre la resistenza del vento, accelerando il flusso del vento, migliorando la dissipazione del calore. Con il disegno di regolazione a più livelli, è possibile sollevare e inclinare la visualizzazione del notebook e la tastiera per un maggiore comfort. Per garantire la sicurezza, è equipaggiato di una tappetino anti-scivolo.

realizzato con cinque ventole in modo da mantenere  il computer il più freddo possibile.

4. Base raffreddamento notebook TeckNet

La migliore per: grande flusso d’aria

Le triple ventole silenziose oversize da 110 mm con led blu girano silenziosamente a 1200 rpm. L’ampia rete metallica ottimizza il flusso d’aria per disperdere rapidamente l’enorme quantità di calore generata all’interno del computer portatile. 

La base viene alimentata via usb: non è necessario connettersi ad alcuna presa di corrente. Vi è un connettore usb passante per un dispositivo usb aggiuntivo.

Si può regolare a 2 livelli per sollevare e inclinare il display del portatile e la tastiera per un maggiore comfort; fermi in gomma a forma di “I” tengono il notebok ben fermo in posizione.

5. Base raffreddamento notebook E-Prance X4

La migliore per: attivazione indipendente delle ventole

Il flusso d’aria sotto il portatile è garantito da 4 grandi ventole di 12,5 cm di diametro, che si possono attivare a coppia in modo indipendente una dall’altra.

La velocità è modulabile fino a 1200 giri/minuto ed è sufficiente per garantire una buona potenza di raffreddamento senza generare eccessivo rumore.

Le dimensioni della struttura sono generose ma ne permettono comunque una buona trasportabilità in una borsa per notebook. È inoltre dotata di due porte usb con cavetto di alimentazione in dotazione e permette un’inclinazione di 16° dello schermo.

6. Base raffreddamento notebook TeckNet

La migliore per: dissipazione rapida del calore

Questo modello è dotato di 3 ventole silenziose da 118 mm e una superficie di raffreddamento scanalata: una soluzione progettuale che ottimizza il flusso d’aria per dissipare rapidamente il calore.

Due altezze regolabili migliorano il comfort di battitura e riducono l’affaticamento del polso. La base antiscivolo garantisce una maggiore stabilità su quasi tutte le superfici.

7. Base raffreddamento notebook Empire Gaming

La migliore per: efficienza

Le 4 ventole e la griglia in metallo mesh perforata assicurano un flusso d’aria ottimale per raffreddare il computer portatile. L’utilizzo di un refrigeratore Empire Gaming aumenta la durata di vita dei componenti e migliora l’efficienza. Grazie alla sua ampia griglia, è l’ideale per i computer portatili da 10″ a 15.6″.

8. Base raffreddamento notebook TeckNet 844226

La migliore per: comfort di utilizzo

Grazie alla sua struttura robusta e al rivestimento in gomma, fornisce una superficie stabile per poter lavorare con portatili fino a 16 pollici, senza che questi scivolino verso il basso.

L’alimentazione è effettuata connettendo la base al portatile attraverso una delle due porte usb disponibili. La temperatura del notebook viene mantenuta sempre a livello ideale grazie alle due efficienti ventole in dotazione.

La base ha due prese d’aria e una forma curva che permette di utilizzare il computer portatile su superfici sia dure che morbide. Di peso e dimensioni contenute si rivela particolarmente adatta ad essere portata sempre con sé, anche in viaggio.

9. Base raffreddamento notebook Klim Wind

La migliore per: rapido raffreddmento

La base è progettata con quattro grandi ventole che effettuano 1400 rotazioni al minuto, per raffreddare il notebook in meno di un minuto.

Dispone di due porte USB, per averne una sempre libera per alimentare il mouse, la tastiera e altri dispositivi.

10. Base raffreddamento notebook AmazonBasics

La migliore per: completamente regolabile

Questo supporto sottile mantiene il laptop ventilato e al fresco durante l’utilizzo. La piattaforma in rete metallica e l’altezza regolabile offrono una migliore esperienza di utilizzo sia per l’utente che per il computer stesso.

L’altezza del supporto ventilato può essere regolata a piacere. Sollevando la piattaforma si inclina il computer in avanti creando un’angolazione perfetta per leggere e scrivere. Usato sulla scrivania o stando seduti sul divano, questo supporto ventilato può essere regolato per garantire il massimo comfort.

Perché una base di raffreddamento per notebook?

I sistemi di raffreddamento esterno migliore-base-per-laptoppossono aiutare a risolvere il problema del surriscaldamento. La loro azione, per mezzo di ventole che aumentano i flussi d’aria fresca alle parti maggiormente sollecitate, contribuisce a ridurre e smaltire il calore in eccesso.

In effetti un uso prolungato del dispositivo, specie se impegnato in giochi di movimento o a riprodurre un video, sollecita i componenti più delicati. Ciò può causare nel giro di pochi minuti un surriscaldamento del notebook. In alcune situazioni, il rischio di causare danni permanenti non è una cosa remota.

Con il suo lavoro, la base di raffreddamento contribuisce a smaltire il calore in eccesso. Si è calcolato che il flusso d’aria fresca generato da un dispositivo di questo tipo riesce a ventilare il portatile per mantenerlo fresco fino al 20% in più, prolungandone la vita perché riduce le sollecitazioni a cui sono sottoposti i componenti interni.

Scelta della base di raffreddamento per notebook?

Le basi di raffreddamento per notebook base-Raffreddamento-Notebookesistono in forme, materiali, disegni e colori differenti, ma le prime cose da valutare sono i fattori tecnici e la funzionalità. Oltretutto devi accertarti che il modello che ti piace è adattoal tuo dispositivo, perché un acquisto non ponderato potrebbe rivelarsi del tutto inutile, se non addirittura dannoso.

La principale caratteristica da valutare è la portata d’aria che la base riesce a generare e far circolare per raffreddare il portatile.

La seconda caratteristica è il livello di rumore prodotto nel movimento delle ventole, dato che potrebbe essere fastidioso nel caso si trascorra molto tempo a lavorare o giocare. Tuttavia la maggior parte delle basi in commercio è silenziata e il rumore di fondo è paragonabile a un lieve fruscio.

Altre valutazioni possono essere fatte sulle dimensioni e sugli ingombri della base che ne consentano il trasporto in borsa insieme al notebook.

Alcuni modelli hanno la funzione di regolare la velocità delle ventole per aumentare o diminuire la portata d’aria, secondo le necessità d’impiego. È importante anche il tipo di alimentazione: alcuni modelli necessitano di attacco a una rete elettrica, altri possono essere connessi con cavo usb direttamente al notebook da raffreddare.