I 6 Migliori Apribottiglie da Vino: Pratici e Maneggevoli 

È un oggetto apparentemente semplice ma indispensabile in cucina. Il miglior apribottiglie da vino consente di dare inizio a un rituale legato ai piaceri della tavola.

A meno che non si sia rigorosamente astemi, l’abitudine di accompagnare il pasto con un buon vino è l’occasione per socializzare e per accompagnare le pietanze. Ogni cibo ha il suo abbinamento ideale con un tipo diverso: un rosso per le carni, un bianco per pesce e formaggi, uno spumante per dolci e dessert.

L’apribottiglie da vino, detto comunemente cavatappi, è uno strumento antico. Venne creato quando iniziò a diffondersi l’uso di invecchiare il vino in bottiglia chiudendolo con il tappo di sughero.

Da semplice accessorio per togliere il tappo, questo oggetto è diventato via via uno strumento di forme e design differenti, realizzato con materiali anche ricercati che soddisfano tanto l’esigente sommelier quanto il raffinato estimatore.

 

Qual è il miglior apribottiglie da vino?

In commercio ci sono modelli di ogni tipo per soddisfare le esigenze di praticità di chiunque. Spesso sono forniti in eleganti confezioni complete di altri accessori per degustare nel modo migliore anche il vino più pregiato.

Se siete attenti al prezzo, non è difficile trovare nella vendita online un buon apribottiglie da vino economico.

1. Caslant IT-AB-1

Il migliore per: rapporto qualità e prezzo

Questo apribottiglie è uno strumento professionale, molto funzionale, pur se economico. Il cavatappi è molto forte: è realizzato in acciaio di elevata qualità e permette di aprire qualsiasi bottiglia in poche mosse, senza il rischio di rompere il tappo.

Il suo fulcro a doppia cerniera e la vite senza fine consentono di imprimere una notevole forza e ,grazie all’impugnatura ergonomica, non richiedere particolari sforzi. È inoltre completo di tagliacapsule seghettato e di apribottiglie per tappi a corona.

Di dimensioni molto contenute (12,5 x 2,5 x 2 centimetri) trova posto in qualsiasi cassetto della cucina.

2. Ipow WJ-098

Il migliore per: un classico di tutti i tempi

Si tratta del classico cavatappi a due ali, dal funzionamento facile, modello abituale che si acquista per le nostre case.

È realizzato in lega di zinco e, grazie ai suoi robusti ingranaggi in metallo, rimuove facilmente il tappo di sughero e di plasticain pochi secondi, dopo che con la chiavetta lo si è avvitato.

Questo modello dispone di una impugnatura antiscivolo che offre una presa sicura. È anche un pratico apribottiglie per tappi in metallo a corona. Misura 26,6 x 9 x 3,9 centimetri e pesa 245 grammi.

3. Kitchen Craft KCBCCON3

Il migliore per: set completo 

Il set include un cavatappi a leva metallica con lussuose finiture grigio perla, con testina arrotondata morbida al tatto e bracci con pannelli decorativi antiscivolo, un tappo abbinato, un sostegno da vetrina soffice al tatto, un taglierino per stagnola. E, ancora, un verme zigrinato di ricambio in acciaio temprato con rivestimento antiaderente e istruzioni dettagliate.

Il cavatappi funziona a stantuffo aderendo bene al collo della bottiglia e tirando via il tappo con un movimento semplice e veloce. I suoi manici  sono rivestiti di un materiale morbido e piacevole al tatto.

Presentato in una lussuosa confezione regalo con un magnifico fermaglio, è l’ideale per l’uso personale o come dono per qualsiasi occasione.

4. Cavatappi a leva Le Creuset

Il migliore per: ergonomia e maneggevolezza

Questo cavatappi è una combinazione perfetta di design moderno e tecnologia, lusso e avanguardia.

È sviluppato con una esclusiva tecnologia di rotazione, brevettata che permette al dispositivo di estrarre con la massima facilità tutti i tipi di tappi, naturali o sintetici, anche i più difficili.

Ha un corpo in policarbonato gradevole al tatto e molto resistente ai colpi, è completo di tagliacapsule Con una sola spirale si possono aprire fino a 2.500 bottiglie. La sua garanzia è di 10 anni.

5. Enrose ENR003Y

Il migliore per: meccanismo a leva doppio battente

Il suo meccanismo di leva a doppio stadio fornisce il sostegno necessario per rimuovere semplicemente e con poco sforzo anche i tappi più lunghi. La sua vite senza fine a spirale consente di togliere agilmente i tappi in sughero sintetico o naturale.

È un modello portatile, elegante e compatto, curato nei più piccoli dettagli ed è realizzato in acciaio inox Premium e manico in legno.

Completo di tagliacapsule e apribottiglie, viene fornito con una raffinata custodia in pelle, ideale anche per fare un regalo raffinato.

6. Oaoa Design Smartpull

Il migliore per: bilanciamento ottimale

Questo apribottiglie è molto comodo da utilizzare, grazie a un meccanismo a leva in due fasi e una spirale extra-lunga rivestita in teflon. Il rivestimento in teflon riduce la resistenza d’attrito della spirale e semplifica l’inserimento nel turacciolo.

Inoltre, la spirale extra-lunga evita che il tappo si rompa, mentre il meccanismo a leva in due fasi ne facilita l’estrazione. È inoltre dotato di taglierino integrato con lama seghettata, che aiuta a rimuovere il sigillo, e di levacapsule per le bottiglie con tappo a corona.

La forma, gli arrotondamenti sui punti giusti e la ripartizione bilanciata delle forze consentono di afferrare comodamente il cavatappi con le mani e le dita.

Design apribottiglie da vino?

Pur mantenendo nella sostanza la medesima funzione, si è cercato di proporlo di forme e sistemi differenti con un preciso obiettivo: facilitare l’estrazione del tappo. Le proposte dei designer sono orientate alla creazione di modelli che consentano di effettuare questa operazione senza troppi movimenti e con il minimo sforzo. Senza dimenticare, naturalmente, l’eleganza e l’originalità.

Sono molti i designer che hanno firmato un accessorio in apparenza banale combinando le esigenze tecniche a quelle estetiche. Non è un caso che l’apribottiglie da vino sia un oggetto da regalo molto apprezzato.

Tappi sughero o plastica?

Tutti i cavatappi sono in grado di estrarre non solo i tappi in sughero ma anche quelli in materiale plastico, sempre più impiegati per quei vini che non richiedono un processo di invecchiamento e che sono da consumare “giovani”.

Sul mercato si possono trovare strumenti altamente professionali per barman, ma anche destinati ai veri intenditori e a chi ama, di tanto in tanto, assaporare le note aromatiche di un buon vino.

Com’è fatto il cavatappi?

Il classico apribottiglie è composto da un manico, al centro del quale fuoriesce la vite che penetra nel tappo: deve essere di un buon materiale perché l’estrazione richiede molta forza nelle braccia e nelle mani e un pizzico di malizia.

Da questa semplice configurazione sono derivate numerose fogge, con accessori o sistemi di leva che aiutano chi deve aprire una bottiglia di vino a completare l’operazione con meno sforzo e quasi senza alcuna fatica: esistono perciò modelli da tasca e altri dalle dimensioni più generose.

In casa infatti si usano solitamente modelli in acciaio con le due leve ad ali, detti cavatappi ballerina. Queste si sollevano quando la vite viene fatta penetrare nel tappo e tramite gli ingranaggi, abbassandole, lo estraggono. È un oggetto un po’ ingombrante che di solito trova posto nel cassetto.

Un sommellier, invece, ha la necessità di un cavatappi pratico e leggero da tenere in tasca, perciò il suo strumento ha un doppio dente che si appoggia al collo della bottiglia ed esercita la leva per rendere più comoda l’estrazione del tappo. Sul lato opposto ha una piccola lama che incide le capsule dal collo della bottiglia.

Altri cavatappi sono più sofisticati e hanno meccanismi a cremagliera che offrono il vantaggio della semplicità d’uso e che richiedono solo un minimo sforzo.

Opinioni sul miglior apribottiglie?

In un apribottiglie è importante che il metallo della spirale (anche detta verme) sia di materiale solido e resistente. Questo componente è generalmente fatto in acciaio inossidabile o in acciai speciali cromati, materiali che non alterano il gusto del vino in caso di contatto accidentale.

Ma anche la struttura della leva e dell’impugnatura, deve essere adeguate per poter compiere ogni singola azione con il minimo sforzo.

Perché un cavatappi sia davvero funzionale occorre che la spirale non fori totalmente il tappo: il rischio infatti è quello di far cadere all’interno della bottiglia dei residui di sughero che vanno a contaminare il vino, ma questa è un’operazione che oggi deve essere ancora misurata a occhio.